No Signal Service

Praiano, al via Mare di Oblio per omaggiare la marineria italiana

L’opera sarà visitabile dal 29 agosto al 15 settembre

Prenderà il via a breve “Un mare di oblio”, un’opera nata da un’idea dell’architetto Marco Fosella e del designer napoletano Mario Pedron che tramite l’arte vogliono omaggiare la marineria italiana e il duro lavoro fatto di passione e sudore, fondendo sapientemente arte e cultura, ricreando a misura d’uomo un piccolo porto con le barche.
Sarà possibile visitare l’installazione dal 29 agosto al 15 settembre presso la piazza Antico Seggio, in cui i visitatori potranno vivere e percorrere l’installazione provando la percezione di riposo immergendosi nelle sedute.
Partner di questa “impresa” sono due grandi realtà: Nusco Arredo Giardino (Noia – Napoli) e Giovanardi Tessuti (Mantova – Villimpenta). L’installazione prende il nome da Oblivion, una seduta modulare, divisibile in due parti ed utilizzabile sia unita che separata.
Il pontile si trasforma in una semplice pedana e le barche mutano in sedute, luogo di riposo e distensione. Le barche “Oblivion” adornano l’istallazione e ne affermano il concetto di distacco dalla realtà, perché l’oblio è dimenticanza, un fenomeno temporaneo non dovuto a distrazione ma uno stato di sospensione del ricordo, dove abbandoniamo i pensieri e i sentimenti. Immergersi e lasciarsi sprofondare all’interno di una seduta in mezzo al mare, lasciandosi cullare dalla brezza marina e dalla quiete di un grande specchio d’acqua. Oblivion ha già ricevuto numerosi riconoscimenti ad importanti manifestazioni di arte e cultura, come il Festival Agorà Design 2017, MADE Expo 2017, Fuori Salone di Milano 2017, Fiera della Casa di Napoli.

De Angelis - Grafica e stampa

Commenti

I commenti sono disabilitati.