Scarpe per bambini - Millepiedi

Porto di Parole a Salerno, a sorpresa anche De Luca nell’ultima serata – LE FOTO

L'evento dedicato alla lettura, gran finale ieri con il concerto dei "Neri per caso"


Visita a sorpresa del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ieri sera per la seconda ed ultima serata a Salerno di Porto di Parole, l’evento dedicato alla lettura ed alle sue molteplici declinazioni organizzato da Saremo Alberi. Poco prima che avesse inizio il concerto dei Neri Per Caso, il governatore ha fatto il suo ingresso nel “Villaggio di Sottosopra” ed ha visitato i laboratori allestiti tra il sagrato della chiesa di Santa Margherita e la grande piazza adiacente. Poco prima dell’ingresso sul palco dei Neri Per il caso per il programmato concerto, il presidente De Luca ha voluto salutare il pubblico: “Sono riuscito a trovare un’ora di tempo per stare con voi e ritornare in patria questa sera. Faccio i miei complimenti agli organizzatori per questa festa bellissima. Ho visto i laboratori, le ragazze ed i ragazzi impegnati nelle attività messe in campo, ho ascoltato il coro ed ho fatto due passi nel viale con il profumo dei tigli, è una meraviglia”.
Tanti sono stati i visitatori che venerdì e sabato hanno popolato il “Villaggio di Sottosopra” sbirciando tra le teche esposte nello stand di Scienza Semplice e che hanno permesso di conoscere vari tipi di insetti, leggendo all’ombra di un albero dopo aver attinto dalla grande biblioteca allestita al centro del villaggio e poi ancora ballando a ritmo di musica con le esibizioni del Coro Pop. Venerdì mattina sono circa 500 stati gli alunni di sette scuole salernitane (l’istituto comprensivo “Alfano – Quasimodo”, l’istituto comprensivo San Tommaso d’Aquino, l’istituto comprensivo San Filippo Smaldone, l’istituto comprensivo Medaglie d’Oro, la scuola “Rita Levi Montalcini” e la scuola Matteo Mari) che hanno dato il via all’anteprima laboratoriale di Porto di Parole.
Il pomeriggio di ieri è iniziato con lo spettacolo “I tre re animali” di Saremo Alberi mentre alle 19.00 le avventure de “Lo scienziato pazzo” hanno letteralmente rapito l’attenzione di grandi e piccini; alle 19.40 c’è stato un momento dedicato alla danza con la World Dance di Ylenia Ippolito ed alle 20.00 passaggio di staffetta con il Coro Pop, diretto da Ciro Caravano, per poi passare all’ascolto del concerto dell’Orchestra dei ragazzi Joe Bosco Band con il M° Antonello Pastore. Nell’area giardino c’è stata la performance di Francesco Cirillo; a seguire il gruppo Utungo Tabasamu ha presenteto lo spettacolo di percussioni sul riciclo “Che Munnezz!” ed alle 21 il Sindaco Sottosopra ha chiuso le attività previste all’interno del villaggio con uno spettacolo di narrazione. Ad accogliere i grandi e piccini per regalar loro storie ci sono stati anche ieri pomeriggio gli studenti dell’Istituto Professionale Alberghiero di Stato “Roberto Virtuoso”.
La ciurma di Porto di Parole giovedì 1 giugno approderà a Baronissi. Anche qui sono previsti momenti laboratoriali ed un percorso dedicato alla lettura con tanto di racconto animato e spettacoli a misura di famiglia.
“Porto di Parole – La bottega delle narrazioni differenti” è organizzato da Saremo Alberi con il patrocinio del Comune di Salerno, di Baronissi, di Montecorice e di Pollica nonché di Nati per Leggere Campania e Legambiente Campania. All’evento hanno aderito l’Associazione “Fonderie culturali”, LAES, Scout FSE Salerno 1, Teatro La Ribalta, Scienza Semplice, i Maestri Infioratori di Ogliara, Esperimentopoli del Dipartimento di Chimica e Biologia dell’Università di Salerno.

Matterello - Pizzeria a salerno

Commenti

I commenti sono disabilitati.