Taste - Sapori Mediterranei

Porto di parole: ecco l’albero di “Chissadove” per accogliere i bambini

A patrocinare l’evento sono i comuni di Salerno e Baronissi nonché “Nati per leggere”, il percorso promosso dall’Associazione Italiana Biblioteche che si prefigge d’incoraggiare nei bambini l’attitudine alla lettura

admin

È alto 4 metri l’albero del Paese di Chissadove che da oggi lo staff di Saremo Alberi sta costruendo, rigorosamente a mano, per accogliere da domani i 300 bambini che animeranno la strada-biblioteca nel quartiere Santa Margherita a Salerno per la quarta edizione di “Porto di Parole – la bottega delle narrazioni differenti”, il percorso didattico ludico che quest’anno porta in calce anche la firma del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Letture sotto l’albero e poi i laboratori didattici sulle scienze, l’arte, il riciclo creativo, la storia, le illustrazioni e le arti circensi sono gli ingredienti dell’evento ad ingresso libero che mette in piazza i libri.
A patrocinare l’evento sono i comuni di Salerno e Baronissi nonché “Nati per leggere”, il percorso promosso dall’Associazione Italiana Biblioteche che si prefigge d’incoraggiare nei bambini l’attitudine alla lettura. Ad affiancare “Saremo Alberi” nell’organizzazione c’è la “Bottega San Lazzaro”.
Si inizia domani mattina (3 giugno), alle ore 9, con l’accoglienza delle scolaresche che hanno aderito al progetto. Nell’area autori ci saranno Francesca Carabelli ed Otello Reali per il laboratorio di illustrazioni e presentazione “Vorrei essere come” (Lavieri) e Un serpente per ospite (Sinnos); Katja Centomo per la presentazione del libro “Tilly Duc – il segreto della casa dai tetti blu” (Einaudi Ragazzi) e Daniela Cologgi che terrà un incontro sul libro “I viaggi del Piccolo Principe”.
L’Area Lab ospiterà l’Associazione culturale Fonderie Culturali per il laboratorio di archeologia; l’Associazione culturale I colori del Mediterraneo per l’estrazione dei colori naturali; l’Associazione culturale Saremo Alberi. Libroteca coinvolgerà i piccoli ospiti in un percorso scientifico; l’Associazione culturale Nuova Destinazione d’Uso Benevento terrà, invece, un laboratorio di circo teatro; Francesco Fasanaro e Gianluca Perazzo insegneranno ai bambini i segreti delle percussioni e del drum circle; immancabile il laboratorio sulle lingue a cura della Wall Street English Salerno
così come quello del teatro con il Teatro la Ribalta Salerno. Per i più sportivi non mancheranno le sorprese.
Il pomeriggio il villaggio delle narrazioni differenti riprenderà le attività dalle 18.30 con lo spettacolo dal titolo G-Tango che unisce la magia delle narrazioni al ritmo ed alla forza del tango; alle 19.30, nell’Area Passato, la Compagnia “I Nuovi Scalzi” proporranno uno spettacolo di teatro danza; alle 20, l’Area Presente, diventerà un’arena teatrale per ospitare la Compagnia “La ribalta” in “La fabbrica delle parole”, lo spettacolo liberamente ispirato alla favola omonima ed ambientato in un paese dove le persone non parlano quasi mai, il paese della grande fabbrica delle parole. Alle 20.30 nell’Area Futuro tutti con il naso all’insù per un’esperienza scientifica ed al tempo spesso di grande emozione. Alle 21.00 i riflettori del palco si accenderanno sulla “Storia di un viaggio”, lo spettacolo della Compagnia I Nuovi Scalzi liberamente ispirato alla favola “Chicino e Cicotta” di Roberto Piumini.
Sabato 4 giugno Porto di Parole proporrà “La Mezza Notte Bianca dei Raconti”, una no stop a partire dalle 18.30 di spettacoli ed incontri da vivere nelle cinque aree appositamente allestite, l’area passato, presente, futuro, libreria e nati per leggere. Ospiti della seconda giornata di Porto di Parole saranno Oreste Castagna (Gipo) e Laura Carusino (Laura) direttamente da Rai Yo Yo. Saranno loro a condurre grandi e piccini alla scoperta del paese di Chissadove.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.