Taste - Sapori Mediterranei

Porta Ovest, corsa contro il tempo per ultimare i lavori

Il presidente dell'autorità portuale, Andrea Annunziata, ha dichiarato: "Bisogna ultimare i lavori, altrimenti si rischia di perdere i finanziamenti europei"

Federica D'Ambro

“Bisogna ultimare i lavori, altrimenti si rischia di perdere i finanziamenti europei”. Le parole del presidente dell’Autorità portuale, Andrea Annunziata, che di ritorno da Shanghai ha incontrato, venerdì scorso, il provveditore interregionale per le Opere pubbliche di Campania, Puglia, Molise e Basilicata, l’ingegnere Vittorio Rapisarda Federico, che – ha annunciato – affiancherà l’Autorità portuale in ogni singola fase dell’appalto.

Dopo il dissequestro del cantiere di Porta Ovest ora è corsa contro il tempo per riavviare e ultimare i lavori per lo scavo delle due gallerie che devieranno il traffico dei mezzi pesanti in entrata e in uscita dal porto di Salerno.
“Ci vorranno ancora alcune settimane, perché – ha spiegato Annunziata – la crisi finanziaria che sta attraversando la Tecnis (che da qualche giorno è rientrata nella “white list”, dopo la revoca dei sei mesi di interdizione disposta dalla Procura di Catania per sospette connivenze mafiose) è tutt’altro che superata”. Ha rivelato il presidente al quotidiano La Città, infatti per andare avanti, servono ancora tanti soldi.
Soldi per pagare fornitori e operai e per garantire l’avanzamento dei lavori senza il quale non ci potrà essere lo sblocco delle risorse europee.
“Fino a metà 2017 possiamo stare tranquilli. Ma – ha avvertito Annunziata – se ci saranno altri intoppi le cose potrebbero complicarsi e il rischio di perdere i finanziamenti potrebbe essere concreto. L’Europa non guarda in faccia a queste cose ma ci chiede soltanto di fare presto”.
Questa mattina ci sarà già un primo faccia a faccia tra i vertici dell’Autorità portuale e quelli della Tecnis per stilare un cronoprogramma per la riapertura del cantiere. Poi toccherà alle organizzazioni sindacali, che all’indomani del dissequestro avevano chiesto garanzie per i lavoratori e avanzato la proposta di istituire anche un terzo e un quarto turno proprio per consentire un’accelerazione dei lavori. Entro questa settimana, ha promesso Annunziata, ci sarà un incontro anche con loro.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.