No Signal Service

Pordenone frena il Lecce, Empoli corsaro a Frosinone

La prima giornata di B, 2-2 nel posticipo Reggiana-Pisa

sport asalerno post

Brescia-Ascoli 1-1

Inizia con un pareggio l’avventura del Brescia e dell’Ascoli nella nuova Serie BKT. Pareggio per 1-1 al Rigamonti. Succede tutto nei primi 45′ con il botta e risposta. Apre le marcature Cavion su un errore di posizionamento della difesa. Sono passati solo 46” di gioco quando il mediano, inseguito dal Brescia sul mercato, mette in rete di testa solo davanti a Joronen. Il pareggio arriva dopo la mezz’ora. Ottima azione e scambio Labojco-Aye’ con quest’ultimo a servire un assist perfetto per l’attaccante campano che da due passi mette la palla in fondo al sacco. Lo stesso Donnarumma ha sul finire del primo tempo l’occasione per vincere ma al numero 9 manca la lucidita’. Nei secondi 45′ di gioco il Brescia perde per espulsione diretta Papetti (rosso al 10′) per fallo su chiara occasione da gol. E nel finale l’Ascoli sciupa due ottime occasioni per conquistare l’intera posta in palio.

Cosenza-Virtus Entella 0-0

Esordio senza reti per Cosenza e Virtus Entella. Qualche emozione nei 97′ di gioco e risultato giusto. Gli attacchi non riescono a incidere e concedono vita facile ai difensori di entrambe le parti. Un intervento a testa degno di nota per i due portieri, che per il resto sono stati chiamati a svolgere soltanto l’ordinaria amministrazione. Al 13′ il Cosenza ha messo i brividi all’Entella con Bittante, bravo Borra. Nel secondo tempo Saracco ha invece risposto alla punizione di Paolucci (17′). Per il bel gioco sia al Cosenza sia all’Entella servira’ ancora un po’ di tempo, intanto le due squadre si portano a casa un punto a testa.

Frosinone-Empoli 0-2

Successo esterno di grande importanza per l’Empoli di mister Dionisi, che espugna il Benito Stirpe al termine di una sfida gradevole e ricca di emozioni. Avvio di gara favorevole agli ospiti, che dopo un errato disimpegno della difesa canarina, impegnano Bardi con una battuta di Mancuso. Sugli sviluppi del corner successivo calciato da Stulac, Romagnoli prolunga di testa sul secondo palo, trovando Moreo abile a impattare e a insaccare da pochi passi. Subito il colpo, il Frosinone prova a reagire, prendendo in mano il pallino del gioco soprattutto nella seconda meta’ della prima frazione. I giallazzurri, sfiorano il pari al 22′ con un siluro dalla distanza di Kastanos che colpisce pero’ il palo alla destra di Brignoli. E’ lo stesso numero uno degli azzurri invece a opporsi al 35′ con un ottimo intervento, a una conclusione di Rohden. L’inizio della ripresa vede i padroni di casa attaccare con convinzione, ma e’ La Mantia al 12′ a siglare il raddoppio con uno splendido colpo di testa dopo un perfetto assist dalla sinistra di Terzic. Il Frosinone non si arrende, ma paga la scarsa vena in zona gol dei suoi attaccanti, che si divorano alcune ottime occasioni, condannando cosi’ l’11 di Nesta alla sconfitta casalinga.

Lecce-Pordenone 0-0

Inizia con un pareggio a reti bianche l’avventura di Lecce e Pordenone in campionato. Al primo tiro in porta salentini vicini al vantaggio con Listkowski che con un tiro dal limite prende il palo. Al 36′ è Meccariello che sfiora l’incrocio con un tiro a giro. Ancora Lecce al termine della frazione con Coda che non sfrutta una bella azione di Zuta. Nella ripresa botta e risposta Lecce-Pordenone: prima Bindi nega il gol a Henderson, quindi Mallamo che per poco non approfitta di una disattenzione difensiva salentina trovando pronto Gabriel. Occasione Diaw a metà ripresa con un diagonale che sfila di poco a lato. Succede poco di più fino al termine.

Pescara-ChievoVerona 0-0

Un pari sostanzialmente giusto tra il Pescara di Massimo Oddo e il Chievo di Alfredo Aglietti, due squadre in rodaggio che hanno alternato cose buone ad altre da rivedere. Inevitabile a inizio stagione con due organici rinnovati rispetto al torneo scorso. Partono bene i padroni di casa con l’ex Udinese Bocic che crea scompiglio nella difesa gialloblu’ senza pero’ trovare il guizzo vincente. Il Chievo aspetta e quando riparte fa male, soprattutto con Fabbro che si divora una buona chance su assist di Renzetti al 18′. Sempre l’ex attaccante del Pisa protagonista al 36′, quando si presenta tutto solo davanti a Fiorillo che gli sbarra la strada con un intervento miracoloso. Prima dell’intervallo si rivede il Pescara: rimessa laterale di Masciangelo, Ceter colpisce la parte alta della traversa con un colpo di testa velenoso. Nella ripresa il ritmo cala un po’, soprattutto quello degli ospiti che non si rendono mai pericolosi dalle parti di Fiorillo. Il Pescara, invece, crea due nitide palle-gol con Di Grazia (servito da Busellato) e, soprattutto, con Bellanova che, dopo una bella azione di Jaroszynski, a porta sguarnita di testa fallisce clamorosamente il bersaglio. Testa alla prossima, il Pescara fara’ visita Reggina, mentre il Chievo ospitera’ la Salernitana.

Reggiana-Pisa 2-2

Finisce 2-2 il posticipo della prima giornata della Serie BKT con la gara che regala il maggior numero di gol tra Reggiana e Pisa. A passare in vantaggio sono i padroni di casa al 7′ con Mazzocchi, imbeccato da Radrezza. I toscani non si perdono d’animo e trovano il pari con Caracciolo che di testa batte Cerofolini sull’assist di Gucher al 24′. La rimonta nerazzurra si completa col gol di Vido al 36′: l’attaccante del Pisa supera due avversari e batte il portiere avversario. Nella ripresa la reazione emiliana si concretizza al 68′ con Martinelli che di testa, sugli sviluppi di un corner, ristabilisce la parità. Nel finale ancora emozioni da una parte e dall’altra ma il risultato non cambia.

Cremonese-Cittadella 0-2

Cade in casa all’esordio la Cremonese contro un Cittadella che si impone 2-0 e che allo stadio Zini non ha mai perso una volta. In avvio sono i grigiorossi a sprecare. Al 16′ Strizzolo lanciato verso l’area avversaria si fa tradire dalla fretta e calcia malamente. La Cremonese invoca un rigore al 19′ per atterramento in area di Gaetano, quindi al 22′ combina la frittata. Bianchetti e Castagnetti scambiano palla su punizione ma il tocco del secondo e’ troppo corto favorendo l’inserimento di Ogunseye che si invola verso la porta grigiorossa e batte Alfonso. Nella ripresa la Cremonese si riversa nella meta’ campo del Cittadella ma arriva poche volte alla conclusione palesando ancora qualche difficolta’ di gamba e di precisione nei disimpegni. Al 36′ raddoppio dei veneti con Benedetti direttamente su un calcio di punizione che non lascia scampo ad Alfonso. Celar ci prova un minuto dopo ma trova Maniero prontissimo alla risposta. Nel finale, pur con quattro punte in campo, la Cremonese non trova la via del gol.

Venezia-Vicenza 1-0 (Giocata il 26 settembre)

Alle 18 sorride il Venezia di Zanetti che supera per 1-0 in un match molto combattuto il neopromosso Vicenza di Mimmo Di Carlo in quello che può essere considerato il primo derby di una stagione che di squadre venete ne conta quattro. Un match, quello fra Venezia e Vicenza, intenso, ricco di tecnica, agonismo e occasioni da gol, giocato da due squadre che e’ facile pronosticare fra le probabili sorprese positive di questa serie B. L’undici arancioneroverde, assemblato dal duo Collauto-Poggi, sembra completo e ricco di alternative in panca, Zanetti deve solo inserire al meglio bomber Forte, apparso non in forma. Buone indicazioni anche per Di Carlo, risultato a parte: i suoi se la giocano sino al termine. L’episodio decisivo della gara arriva al 36′ con Capello che viene messo a terra in area di rigore da Pontisso. Dal dischetto va lo specialista Aramu e batte Grandi che, nonostante avendo intuito la direzione della conclusione, non riesce a respingere un tiro perfetto per potenza e angolazione. Cappelletti al 95′ sfiora il pari ma per il Vicenza potrebbe arrivare una punta di peso per concretizzare il gran lavoro di Pontisso, Cinelli e Dal Monte.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.