Taste - Sapori Mediterranei

Pontecagnano, il sindaco: “Non abbassiamo la guardia”

"Pontecagnano Faiano è in zona gialla ma questo non significa che possiamo abbassare la guardia". Così il sindaco di Pontecagnano Faiano Giuseppe Lanzara in un messaggio ai propri concittadini, il primo cittadino ha fatto anche il punto della situazione nel centro picentino.

PresentazioneMasterplanAeroporto05

categoria cronaca

“Pontecagnano Faiano è in zona gialla ma questo non significa che possiamo abbassare la guardia”. Così il sindaco di Pontecagnano Faiano Giuseppe Lanzara in un messaggio ai propri concittadini, il primo cittadino ha fatto anche il punto della situazione nel centro picentino: “Nella nostra Città, continuano ad essere effettuati numerosi tamponi e test sierologici: solo negli ultimi giorni 170 cittadini e 140 dipendenti comunali. Il dato emerso, riferito ai giorni del 2 e 3 novembre, è di 24 nuovi casi, a cui si aggiunge un mio diretto collaboratore. Tengo a precisare che la persona in questione rispetta un regime di quarantena, essendosi assentato dai pubblici uffici da oltre 10 giorni. I colleghi che hanno avuto contatto con il positivo sono stati sottoposti a tampone, secondo i tempi previsti dal protocollo, e sono risultati tutti negativi”.
“Come da prassi negli ultimi mesi, anche 10 giorni fa si era provveduto alla sanificazione dei locali comunali e, in forma preventiva, domani si eseguirà un nuovo intervento. Oggi annuncio con grande felicità che 8 persone sono finalmente guarite. Forza, sono sicuro che ne seguiranno tante altre nei prossimi giorni. Il trend che si registra nel nostro Comune resta, comunque, molto interessante: si eseguono numerosissimi tamponi, tant’è che la percentuale dei contagiati rispetto al numero dei test effettuati è pari a circa il 14%. La percentuale della Regione Campania è, invece, di oltre il 21%. Questo è un dato importante perché ci dice che, rispetto ai tamponi che quotidianamente vengono lavorati, abbiamo meno positivi della media regionale e nazionale”.
“Come dico da sempre, non dobbiamo spaventarci di annunciare le persone positive, al contrario, dobbiamo provare ad individuarle tutte e metterle in quarantena. Se poi oltre il 95% risultano asintomatiche è chiaro che una politica di tamponi intensa sia l’unica vera soluzione. Naturalmente, con tutto il cuore confidiamo in un calo netto dei contagiati, tenendo sempre presente che questo Virus lo sconfiggeremo insieme solo se saremo uniti nel rispetto delle regole”.
“Non mi stancherò mai di ripetervi che senza il vostro supporto e la vostra attenzione verso le indicazioni che ci vengono costantemente fornite, non riusciremo a debellare questa terribile epidemia. Un grosso abbraccio a tutti i positivi e alle rispettive famiglie che vivono ore di preoccupazione”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.