Pizzeria Betra Salerno

Polvere e luce, la partita dei bomber di Torrione e Castello

I due fronti di un match particolare: Fabio Mazzeo e Riccardo Bocalon, una sfida a distanza

Bomber di Castello e bomber di Torrione, uno tra Dorsoduro e Santa Croce, l’altro tra Pastena e la stazione. Le origini non mentono, il campo neanche. Fabio 54 gol nelle ultime due stagioni, tra un mese 35 anni e un sogno nel cassetto a cui hanno rubato la chiave. Riccardo 29 anni, 33 reti nell’ultimo biennio, 10 fin qui con il cavalluccio sul petto e il peso di un attacco assente. Sono i due fronti di un match ad alto valore motivazionale in casa pugliese, la speranza di agguantare la zona playoff a discapito del Perugia. Sarà difficile, probabilmente una impresa, dal versante granata la voglia di dimostrare di non essere inferiori, riprendersi quanto è stato tolto all’andata e quanto veleno buttato nello 0-3 dell’Arechi. Bocalon contro Mazzeo, caratteristiche differenti, vite distanti, mondi diversi ma stesso reparto. Entrambi protagonisti eccellenti della terza serie, si fronteggiano adesso in Cadetteria, lo stesso destino li ha fatti “viaggiare” in B dopo tanti anni dall’ultima volta. L’asticella pende verso Fabio, 17 reti quest’anno, più due in coppa, vero e proprio trascinatore dei satanelli. Sono tre, forse quattro, le stagioni in cui il suo nome viene scritto sotto l’elenco Salernitana, un ritorno sfumato sempre al gong, quando sembrava concretizzarsi qualcosa andava storto. Ma Fabio Mazzeo non l’ha mai nascosto, a Foggia si trova bene, ha trovato una seconda giovinezza e una nuova dimensione, ma Salerno sì, per lui che Torrione la respira, sarebbe bello tornare, contro la Salernitana non è e non sarà mai una partita come le altre. A Foggia non ci arriva in gondola Riccardo, la sua B è un pendolo tra la noia e l’esaltazione, colpi da attaccante vero si sono avvicendati con periodi neri, tristi, difficili, nonostante tutto in una stagione particolare ha portato avanti la baracca dei gol toccando la doppia cifra e chissà che non possa aumentare lo score nelle prossime due giornate. Ci prova sempre Boca, per dimostrare sempre e comunque, lavorando sul campo, di meritare la Cadetteria e questa maglia, la gente di Salerno che si divide sulla sua permanenza e sul futuro. Fabio e Riccardo, anche questo è Foggia-Salernitana.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.