Taste - Sapori Mediterranei

Polizia di Stato a Salerno: “Nessun nuovo ispettore, poliziotti non rimpiazzati”

L'allarme lanciato dal segretario Ugl della Polizia di Stato Gennaro Falivene: "Il Ministero ci ha snobbato, abbiamo numerosi pensionamenti, servono poliziotti giovani nel nostro territorio"

“Sono oramai diversi anni che nella nostra provincia non viene assegnato nessun giovane poliziotto. questa situazione, divenuta oramai insostenibile ha portato ad un innalzamento dell’età media dei poliziotti in servizio in tutta la provincia che, congiuntamente all’assottigliamento degli organici, dovuto ai numerosi pensionamenti non adeguatamente rimpiazzati, rende sempre più difficile riuscire a far fronte alle quotidiane esigenze di sicurezza che il territorio richiede”. Si legge dal sindacato Ugl della Polizia di Stato, in merito alla situazione riguardante il territorio salernitano.

“Dopo le mancate assegnazioni di personale proveniente dai corsi per allievo agente, quindi poliziotti motivati, giovani e preparati, che il ministero ha ritenuto dover dirottare su altre province dello stivale, ritenute dallo stesso ministero dell’ interno e dal dipartimento della p.s. più bisognevoli di nuove leve, nessuno dei 1875 nuovi ispettori, vincitori del concorso a 1400 ispettori indetto nel 2013 (giunto finalmente a conclusione con la pubblicazione della graduatoria definitiva solo qualche giorno fa) verrà assegnato alla nostra provincia. ancora una volta, il centro snobba il nostro territorio, infatti, nonostante una rimodulazione delle disponibilità di posti nelle varie province, resa possibile dall’incremento di 475 unità rispetto all’ originario numero di posti messo a concorso, accanto alla casella della provincia di Salerno, nella distribuzione dei nuovi ispettori spicca un segno “0”, che lascia di stucco i poliziotti salernitani che ambivano a rientrare nella loro provincia di residenza. una vera e propria beffa se si tiene conto del fatto che è appena stata approvata la legge di riordino dei ruoli delle forze di polizia, che nella fase transitoria prevedrà per gli ispettori che beneficeranno del riordino, e che non dovranno quindi partecipare ad alcun concorso e sottoporsi ad alcuna prova, la possibilità di vedere garantita la permanenza nella sede in cui prestano attualmente servizio”. Ha concluso il segretario Ugl della Polizia di Stato Gennaro Falivene.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.