Pizzeria Betra Salerno

Piove sul bagnato: Litteri e Alfonso stendono la Salernitana. Sannino a rischio

Finisce 2-0 al Tombolato: i gol dell'ex Litteri e le prodezze del portiere Alfonso regalano i tre punti al Cittadella

admin

FORMAZIONI:
CITTADELLA (4-3-1-2):Alfonso; Salvi, Scaglia, Pasa, Benedetti; Schenetti, Iori, Valzania; Chiaretti; Arrighini, Litteri.
A disp. Paleari, Martin, Pelagatti, Pedrelli, Lora, Bartolomei, Maniero, Paolucci, Strizzolo, Kouame. All: Venturato
All. Venturato

SALERNITANA (3-5-2):Terracciano; Perico, Bernardini, Tuia; Improta, Busellato, Odjer, Della Rocca, Vitale; Rosina, Coda.
A disp: Iliadis, Laverone, Mantovani, Schiavi, Ronaldo, Caccavallo, Joao Silva, Donnarumma, Zito.
All. Sannino

QUATERNA ARBITRALE: Arbitro: Luigi Nasca della sezione di Bari; assistenti di linea: Marco Chiocchi della sezione di Foligno e Valerio Colarossi della sezione di Roma 2; quarto uomo: Marco Mainardi della sezione di Bergamo.

RETI: Litteri al 38′ e al 53′

SOSTITUZIONI: Mantovani per Odjer al 46′, Donnarumma per Improta al 61′, Lora per Chiaretti al 71′, Bartolomei per Schenetti al 71′, Kouame per Arrighini al 75′, Ronaldo per Della Rocca al 75′.

AMMONITI: Pasa (Cittadella al ’35),

ESPULSIONI: Tuia (doppio giallo al ’31 e al ’37)

RECUPERO: 0′ nel primo tempo,

Questo pomeriggio, la pioggia è caduta copiosa sullo stadio Tombolato di Padova, così come le azioni del Cittadella, cadute come una tempesta sulla retroguardia granata. La Salernitana, infatti, ha raccolto la quarta sconfitta stagionale in casa della rivelazione del campionato, il Cittadella, confermando un periodo assoluto di sterilità offensiva, andandosi a impegolare, alla tredicesima giornata del torneo, in una situazione di classifica non proprio florida, che fa avvicinare lo spettro della zona retrocessione.
L’espulsione improvvisa al ’37 di Alessandro Tuia ha squarciato come un fulmine il cielo già grigio del Tombolato e ha spostato l’ago della bilancia dal lato dei padroni di casa che, sfruttando la superiorità numerica, hanno messo a segno, al 38′, il gol del vantaggio grazie all’ex Litteri, rapido nello sfruttare la doppia indecisione di Perico e Terracciano su cross di Benedetti e spingere la palla in rete a porta vuota. Le prove generali del vantaggio del Cittadella erano arrivate già al 18′, quando Valzania, su suggerimento di Arrighini, era stato anticipato a tu per tu con Terracciano da un provvidenziale Bernardini. Fra le due ghiotte occasioni dei padroni di casa quasi il nulla assoluto: la Salernitana, infatti, si era resa pericolosa in una sola occasione, per l’ennesima volta sugli sviluppi di un calcio d’angolo, che hanno consentito a Coda di impattare di testa a botta sicura, trovando però uno strepitoso Alfonso che, con un balzo felino, ha respinto la palla lontano dai suoi pali, rendendo felici tifosi e fotografi. Il Cittadella, dopo aver aperto le marcature, ha trovato diversi spazi in ripartenza, come all’8′ del secondo tempo, quando il mattatore Litteri, si è insidiato nell’area di rigore granata ed è riuscito, senza troppe difficoltà, a battere a rete di destro, trafiggendo l’incolpevole Terracciano. Sannino ha provato a cambiare le carte in tavola facendo subentrare Donnarumma a Improta: proprio Donnarumma ha fatto esaltare ancora una volta l’estremo difensore padovano Alfonso che, su deviazione ravvicinatissima, arrivata sugli sviluppi di un calcio d’angolo al 21′, si è esibito in una parata dall’elevato tasso di difficoltà, facendo valere tutto il proprio istinto. La Salernitana non si è arresa, tentando saltuariamente spedizioni nella metà campo offensiva, come al 60′, quando Busellato, con una botta di sinistro, è andato vicino al gol dell’ex, sfiorando l’esterno della rete. Dopo un minuto, ancora una volta, il portiere Alfonso è salito in cattedra, neutralizzando una conclusione a botta sicura di Donnarumma, su suggerimento di Busellato. Il portiere dei veneti non ha avuto intenzione di uscire dalle cronache del match fino alla fine, imponendosi ancora una volta, all’82’, dinnanzi a Donnarumma, chiudendogli lo specchio della porta e conquistando anche un fallo per addormentare il gioco. Il Cittadella ha chiuso la partita in avanti, provando a spingere fino alla fine e e costruendo altre palle gol, come il palo di Salvi al 87′ e la conclusione di Litteri, respinta da Terracciano all’88. La Salernitana, a secco di vittorie da 5 turni e a secco di reti dalla sfida casalinga contro l’Entella, è in una vera e propria crisi di gioco e risultati che potrebbe far vacillare la panchina di mister Sannino.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.