Impresa di Pulizia a Salerno

Piana del Sele, nasce il dessert alla rucola

Un gustoso dessert alla rucola è stato ideato e preparato dallo chef - due stelle Michelin - Gennaro Esposito in collaborazione con il pastry chef Michele Cannavacciuolo, per uno show cooking promosso nell'ambito dell'evento "La dieta antismog.

Un gustoso dessert alla rucola è stato ideato e preparato dallo chef – due stelle Michelin – Gennaro Esposito in collaborazione con il pastry chef Michele Cannavacciuolo, per uno show cooking promosso nell’ambito dell’evento “La dieta antismog. Dal campo alla tavola: la lotta all’inquinamento con la Dieta Mediterranea” promosso a Portici da Alma Seges, La Dispensa del Re e Legambiente, alla presenza del magnifico Rettore della Federico II di Napoli Matteo Lorito. Allo show cooking ha preso parte Vito Busillo nella duplice veste di presidente di Coldiretti Salerno e del Consorzio di Tutela della Rucola della Piana del Sele Igp.

Per celebrare la Dieta Mediterranea e la corretta alimentazione, lo chef Esposito ha ideato un gelato al grue’ di cacao, bavarese alla nocciola, con essenza di rucola e cremoso all’olio extravergine di oliva. “Un piatto che conferma la versatilità in cucina di questo prodotto straordinario – sottolinea Busillo – frutto di un’agricoltura 4.0 di precisione, ad alta sostenibilità ambientale, con risparmio idrico, assenza di pesticidi, zero residui”.

“Alma Seges sta portando avanti da tempo, con la facoltà di Agraria, il progetto di ricerca Residuo Zero sulla rucola – fa eco il presidente della Op Aristide Valente – quale innovazione di processo e nuova opportunità per le imprese del settore orticolo. Siamo stati la prima OP ad avviare un progetto di ricerca e sperimentazione perché siamo convinti dell’importanza dell’adozione del residuo zero, da parte delle imprese, con l’obiettivo di produrre prodotti di qualità e senza residui chimici”.

La Rucola della Piana del Sele interessa attualmente una superficie di circa 3100 ettari, distribuiti sugli 8 Comuni ce compongono tale area geografica, con una produzione media degli ultimi anni pari a 400 milioni di chili di prodotto, che è il 73% circa della produzione nazionale, con un fatturato medio annuo di oltre 680 milioni di euro, circa 5 mila addetti diretti e 4 mila dell’indotto

Impresa di Pulizia a Salerno

Commenti

I commenti sono disabilitati.