Taste - Sapori Mediterranei

Pesca illegale, fermate due unità dinanzi le coste di Eboli: sanzione da 24mila euro

I militari hanno sorpreso due unità da pesca professionale intente alla cattura di molluschi in zona di mare non classificata dalla competente Asl, costituendo un serio pericolo per la salute degli ignari acquirenti

Federica D'Ambro

Alle prime luci dell’alba è scattata l’operazione da parte della Polizia Marittima dinanzi le coste di Eboli. I militari hanno sorpreso due unità da pesca professionale intente alla cattura di molluschi in zona di mare non classificata dalla competente Asl, costituendo un serio pericolo per la salute degli ignari acquirenti. Inoltre le due unità erano autorizzate a pescare esclusivamente nelle zone di mare del Compartimento Marittimo di Castellammare di Stabia. L’operazione ha portato al sequestro amministrativo di 4 attrezzi da pesca, in particolare rastrelli, al sequestro del pescato elevando sanzioni per circa 24mila euro. Inoltre, sono stati assegnati 24 punti per infrazioni a carico delle due unità da pesca sorprese ad effettuare l’attività di pesca in zone e tempi vietati dalla normativa nazionale e comunitaria. Il prodotto posto sotto sequestro, evidentemente vivo e vitale, è stato riammesso in mare.
L’attività di repressione posta in essere dagli uomini della Guardia Costiera contro gli illeciti in materia di pesca proseguirà incessante anche nei prossimi giorni, allo scopo di garantire la tutela delle specie ittiche e dei pescatori che operano nel rispetto delle norme e dell’ambiente marino

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.