Taste - Sapori Mediterranei

Permessi di soggiorno falsi al costo di 1300 euro, è caccia ai responsabili

Su questa ipotesi investigativa sta lavorando la polizia di frontiera marittima e aerea di Salerno

Federica D'Ambro

Producono permessi di soggiorno falsi e li vendono a 1.300 euro agli immigrati. Su questa ipotesi investigativa sta lavorando la polizia di frontiera marittima e aerea di Salerno. L’indagine è partita con un immigrato tunisino di 27 anni, quando ha esibito su richiesta degli agenti, un permesso di soggiorno che si è rivelato fasullo. Secondo la polizia il 27enne era già stato in Italia ed aveva diversi precedenti penali. Per questo motivo fu rispedito al paese d’origine, ma per rientrare sul territorio italiano, si è procurato il falso permesso di soggiorno, pagato 1.300 euro. Come rivelato dal quotidiano La Città, adesso l’indagine si svolge a tappetto, molti migranti sono stati controllati e rispediti al paese d’origine.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.