Pizzeria Betra Salerno

Salernitana di carattere: finisce 2-2 al Tardini

Sotto di due gol, i granata sono stati protagonisti di una grande rimonta con Sprocati e Vitale. Il Parma chiude in nove

admin

PARMA-SALERNITANA 2-2

PARMA (4-3-3): Frattali; Iacoponi, Di Cesare, Lucarelli, Scaglia; Dezi, Scozzarella (7′ st Munari), Scavone; Di Gaudio (34′ st Gagliolo), Calaiò, Insigne (24′ st Mazzocchi). A disp: Nardi, Corapi, Baraye,  Frediani, Barillà, Nocciolini, Germoni, Siligardi, Sierralta. All: D’Aversa
SALERNITANA (3-5-2): Radunovic; Mantovani, Schiavi, Vitale; Kiyine, Minala, Della Rocca (1′ st Sprocati), Odjer (28′ st Di Roberto), Zito; Rodriguez, Bocalon (40′ st Rosina). A disp: AAdamonis, Signorelli, Alex, Kadi, Asmah, Rossi, Cicerelli, Iliadis. All: Bollini
ARBITRO: Sig. Aleandro Di Paolo di Avezzano (Intagliata/Soricaro). IV uomo: Prontera

RETI: 17′ pt Di Cesare (P), 32′ pt Lucarelli (P); 11′ st Sprocati (S), 35′ st rig. Vitale (S)

NOTE: Angoli 4-3.  Ammoniti: Odjer, Kiyine, Minala. Al 27′ st espulso Di Cesare per fallo da ultimo uomo. Al 33′ st espulso Iacoponi per fallo in area su Rodriguez. Recupero 1′ pt; 5′ st.

PARMA- Finisce 2-2 al Tardini tra Parma e Salernitana. Per la squadra granata, sotto di due gol, un pareggio in rimonta conquistato grazie ad un secondo tempo di grande grinta ed intensità. I granata hanno letteralmente regalato un tempo al avversari che non hanno fatto sconti con Di Cesare e Lucarelli. Nella ripresa, grazie anche all”ingresso in campo di Sprocati che ha dato il via alla rimonta con un eurogol, i granata hanno cambiato volto e dopo aver pareggiato con Vitale su rigore per poco non hanno approfittato anche della doppia superiorità numerica. Il Parma ha infatti chiuso il match in nove uomini per le espulsioni di Di Cesare e Iacoponi. La Salernitana si era presentata gravemente rimaneggiata. Viste le assenze forzate di Pucino, Tuia, Bernardini e Perico, Bollini cambia modulo e propone un 3-5-2 con Mantovani, Schiavi e Vitale in difesa. Attacco affidato al duo Rodriguez-Bocalon. Parma subito pericoloso al 3′. Ingenuo fallo di Vitale su Insigne. Punizione da ottima posizione per la squadra di casa battuta da Calaiò ma la sfera si infrange sulla barriera. Al 15′ ancora una volta Calaiò, dopo il doppio tentativo di Dezi, conclude in porta ma la Salernitana si salva in angolo. Il gol del Parma è nell’aria ed infatti arriva al 17′ pt con Di Cesare che di testa anticipa Schiavi e mette a segno la sua seconda rete consecutiva in campionato. La gara si mette in salita per la Salernitana, costretta a rincorrere. Al 22′ apprezzabile iniziativa di Di Gaudio che si prova dal limite dell’area ma la sfera termina di poco fuori. Al 29′ clamorosa occasione per pareggiare per la Salernitana che approfitta di uno svarione difensivo degli emiliani per andare al tiro con Rodriguez ma il diagonale  dell’attaccante spagnolo, con tutto lo specchio della porta libero, finisce incredibilmente fuori. Gol mancato, gol subito. Al 32′ Lucarelli spezza le gambe ai granata mettendo a segno la rete del 2-0 sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Scozzarella. Un gol viziato da un fuorigioco non segnalato dalla terna arbitrale. Al 43′ miracolo di Radunovic che nega a Calaiò la rete del 3-0. Dopo un minuto di recupero finisce il primo tempo che vede il Parma di D’Aversa avanti 2-0. La Salernitana è costretta a rincorrere e per questo motivo Bollini nel secondo tempo si affida a Sprocati, che entra al posto di Della Rocca, per dare maggior peso all’attacco. Al 4′ st è di nuovo Calaiò ad avere sui piedi la palla del 3-o ma Radunovic neutralizza il tiro. Sul capovolgimento di fronte sfiora il gol il neo entrato Sprocati con un ottimo sinistro deviato in angolo da Frattali. Al 9′ st Radunovic dice no a Insigne. All’11’ st la Salernitana finalmente accorcia le distanze con Sprocati, autore di una vera e propria prodezza di destro. Ottimo l’impatto del giovane attaccante al quale Bollini si è affidato per raddrizzare le sorti del match. Al 25′ st vivaci proteste da parte dei calciatori della Salernitana per la rete annullata a Rodriguez per fuorigioco. Gol che avrebbe consentito ai granata di agguantare il pari. Al 27′ st Rodriguez involato a rete viene messo giù al limite dell’area da Di Cesare che viene espulso con rosso diretto. Su punizione Vitale sfiora l’incrocio dei pali. Al 32′ st Bocalon di testa divora un gol fatto. Al 33′ st l’episodio decisivo del match. Sugli sviluppi di un corner a favore dei granata viene espulso Iacoboni per aver messo giù Rodriguez in area. L’arbitro assegna alla Salernitana un calcio di rigore sacrosanto. Dal dischetto Vitale fredda letteralmente Frattali, che resta immobile. La Salernitana agguanta così un meritatissimo pareggio. E’ il 2-2. Con il Parma rimasto in nove uomini, la squadra granata prova a vincere il match. Ma nonostante la doppia superiorità numerica e cinque minuti di recupero la Salernitana non riesce a trovare il gol del sorpasso. La gara termina 2-2, un pareggio preziosissimo per i granata che dopo un brutto primo tempo ha cambiato volto nel secondo riuscendo a rimontare il doppio svantaggio.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.