Richiedi la tua pubblicità

Parla l’operaio dell’aggressione: “Chiedo scusa a tutti ma non a Martina”

Gerardo Castellano, 62enne di Torre Annunziata: "Qualcuno mi ha sputato addosso e non ci ho visto più. Ho saputo che lei era contenta mentre mi veniva un infarto"

“Il giornalista ci ha fatto le fotografie e io gli ho detto che non le doveva fare, poi qualcuno mi ha sputato addosso e io non ci ho visto più, è successo un casino”.
Così Gerardo Castellano, uno degli operai che ha aggredito il presidio permanente alle Fonderie Pisano, da oltre 40 anni in servizio in fabbrica, racconta l’episodio avvenuto ieri. L’uomo di Torre Annunziata, 62 anni, ha accusato anche un malore subito dopo l’aggressione. In una intervista al quotidiano Il Mattino, oggi in edicola, l’operaio prova a ricostruire quanto accaduto:
“Mi sono sentito scoppiare la testa, ho già la pressione alta. Siamo in tensione, perché passiamo la mattina davanti ai cancelli e c’è chi dice una parolina, chi fa il sorrisetto. Dopo lo sputo addosso non ci ho visto più. Solo adesso inizio a fare mente locale, e ricordo di aver aggredito una signora che non conosco, voglio chiederle scusa.Con la ragazza no, penso di no – continua Gerardo Castellano riferendosi a Martina Marraffa –  ho saputo che quando mi ha visto per terra è stata contenta che mi era venuto un infarto”.
No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.