Taste - Sapori Mediterranei

Parco Giardino Orientale, giovedì il via ai lavori – FOCUS

Elemento strategico, sarà la riqualificazione del torrente Mariconda, che consentirà di creare un percorso tra il parco Arbostella e il quartiere di Mariconda. Il parco si presenterà al pubblico come un giardino a cielo aperto che ospiterà essenze di pawlonia, prunus cerasiferno, salix matsudana, pioppo bianco, solo per citarne alcune. In aggiunta al parco fluviale, verrà realizzato un parco giochi attrezzato con giostrine per i bambini di circa 2300 mq.

Linea post gialla
Giovedì 8 ottobre alle 18.30, in via San Leonardo (nei pressi della rotatoria di Parco Arbostella), si terrà la cerimonia di inaugurazione per l’apertura del cantiere del Parco Giardino Orientale in attuazione del comparto CR_28. A presentare il progetto saranno il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, gli assessori comunali all’Urbanistica e alle Attività Produttive Domenico De Maio e Dario Loffredo e l’ingegnere Francesco Tortora.

L’incontro, che si svolgerà nel pieno rispetto dei disciplinari anti contagio da Covid-19, prevede un momento introduttivo, durante il quale saranno illustrate alla stampa le caratteristiche del progetto teso a riqualificare un nuovo e cruciale tassello della città ed un secondo momento, più istituzionale, di taglio del nastro e posa della prima pietra del cantiere che si prepara a offrire alla zona orientale, nuovi alloggi e servizi. Il progetto prevede infatti la realizzazione di un parco lungo fiume di circa 6700 mq che ha lo scopo di accompagnare il visitatore da Mariconda alta a Parco Arbostella attraverso una sequenza di alberature.

Elemento strategico, sarà la riqualificazione del torrente Mariconda, che consentirà di creare un percorso tra il parco Arbostella e il quartiere di Mariconda. Il parco si presenterà al pubblico come un giardino a cielo aperto che ospiterà essenze di pawlonia, prunus cerasiferno, salix matsudana, pioppo bianco, solo per citarne alcune. In aggiunta al parco fluviale, verrà realizzato un parco giochi attrezzato con giostrine per i bambini di circa 2300 mq. Verrà poi costruita una scuola materna su una superficie di circa 1000 mq, dotata delle più moderne tecnologie che potrà ospitare fino a 60 alunni. L’intervento rivoluzionerà anche la mobilità, grazie alla realizzazione di un nuovo asse viario che collegherà la rotatoria di Parco Arbostella con via Delle Tofane, qui sorgerà un boulevard alberato con piante di jacaranda, che renderanno più gradevole la passeggiata.

Allegato 1 - render 1

 

Oltre questo tratto stradale, vi sarà un collegamento trasversale che raggiungerà via Generale Alfonso La Marmora e consentirà di aprire la zona di Mariconda prospiciente la chiesa con il Parco Arbostella nonché di collegarla direttamente alla tangenziale con una strada a doppia corsia per senso di marcia. Previste poi aree di parcheggio pubblico per oltre cento posti auto. Il restyling dell’area sarà completato da una piazza di circa 2200 metri quadri che affaccerà sulla rotatoria di Parco Arbostella. Dopo il completamento delle opere pubbliche, la maggior parte delle quali sarà consegnata già a febbraio 2021, il secondo step sarà costituito dalla posa della prima pietra per quelle private, in particolare quelle ad uso pubblico come le attività commerciali.

Tra queste sorgeranno nel Parco Giardino Orientale, il più grande supermercato dal centro sud Italia in centro città targato LIDL e un BURGER KING con relativo drive. Il centro commerciale sarà completato con altre attività food e non solo, sia nei locali commerciali prospicienti la piazza che in quelli sotto la torre di 11 piani. Tutti i locali commerciali saranno coperti da tetto giardino e curati anche nell’estetica esterna; ogni attività sarà dotata di parcheggi pertinenziali e accesso privato, tali da garantire utile servizio alla cittadinanza e rendere funzioni urbanistiche disomogenee compatibili tra loro.

La fase tre del progetto del Parco Giardino Orientale prevede la realizzazione di quattro torri residenziali di 11,12,13 e 15 piani. Le più basse saranno dotate di locali commerciali a piano terra mentre le altre due saranno corredate di un piano pilotis. Tutte le torri avranno dei piani interrati per i box pertinenziali. A realizzarle sarà il Gruppo Tortora, timonato dall’ingegnere Francesco Tortora, ad eccezione di quella di 12 piani che sarà realizzata da Milara costruzioni. Gli edifici – con il prezioso contributo dell’architetto Laura Rossomando – prevederanno appartamenti di classe energetica A+++ e finiture di qualità alta, aspetto che risulta evidente a cominciare dalla cura architettonica delle facciate, con ampi terrazzi curvi che rendono sinuosa l’intera torre anche grazie agli elementi in vetro anch’essi curvi.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.