Pizzeria Betra Salerno

Palermo troppo in “altalena”: l’Arechi sarà una finestra sui playoff

Stellone senza Coronado e Nestorovski, si affida in avanti alla coppia La Gumina e Moreo

Luca Viscido

Reduce dall’imprevisto pareggio casalingo contro il Cesena, il Palermo del neo mister Roberto Stellone si presenta all’Arechi per blindare quantomeno la quarta posizione in griglia play-off, visto che la seconda posizione sembra ormai sfumata. Annata non proprio esaltante per la squadra rosanero. Girone di andata condotto sempre tra prima e seconda posizione, dando l’impressione agli addetti ai lavori di essere candidata fin da subito a ritornare nella massima serie, ma con Tedino come trainer.  Un girone di ritorno condizionato da qualche infortunio di troppo, non ultimo quello di Nestorovski, uomo fondamentale in zona goal nonché capitano della squadra per alcune partite dopo l’infortunio di Rispoli, ma soprattutto qualche sconfitta che ha fatto perdere quelle certezze su cui la squadra di patron Zamparini aveva costruito la maggior parte dei successi. Per la sfida di domani Stellone ha deciso di lasciare a casa a scopo precauzionale sia Coronado sia Nestorovski, per non rischiarli visto l’imminente inizio dei play-off.  In porta ci dovrebbe essere Pomini, che da qualche settimana ha soffiato il posto al giovane Posavec. In difesa la linea a 4 sarà composta da Rispoli a destra (partita speciale per lui, salernitano, originario di Cava dei Tirreni), centrali Dawidowicz e Rajkovic, a sinistra Aleesami, il centrocampo a tre sarà composto da Jajalo, Chochev e Murawski. Trajkovski invece giocherà dietro le punte, cercando di ispirare il duo La Gumina-Moreo. Una piccola curiosità del match è quella che riguarda i due tecnici Roberto Stellone e Stefano Colantuono. L’attuale allenatore del Palermo è stato giocatore del Napoli e tornerà all’Arechi da avversario e non sarà accolto di certo con il tappeto rosso visti i suoi trascorsi con la maglia azzurra. Mentre l’attuale allenatore granata, l’anno scorso a Bari, è subentrato proprio all’ex allenatore del Frosinone.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.