No Signal Service

Pacchetto arretrato: Ventura vuole alzare l’asticella: bene Billong centrale, in affanno Carillo

Il tecnico ha spesso richiamato i tre difensori, alta concentrazione e maggior qualità nei disimpegni. "Partiamo bene e facciamola girare già da lì.." l'ex ct ora vuole un mancino per completare il reparto

Luca Viscido

Durante i novanta minuti di ieri Ventura ha richiamato costantemente i tre difensori centrali (Pucino schierato sul centro destra, Billong centrale e Carillo sul centro sinistra), chiedendo loro concentrazione e applicazione per tutti i novanta minuti. Carillo, il neo acquisto proveniente dal Genoa nella prima frazione è stato uno dei più pungolati dall’ex ct della Nazionale poiché si è reso protagonista di alcuni appoggi sbagliati e di una prestazione nel complesso non molto brillante. Non si può dire lo stesso per Billong. Il possente centrale proveniente dal Benevento sembra essersi calato subito nella nuova realtà e ha disputato una buonissima partita, guidando ottimamente il reparto e giocando sempre d’anticipo sugli attaccanti avversari (qualche volta prendendosi anche dei rischi), facendo sentire ad ogni contrasto la sua imponente stazza fisica. Partita dai due volti invece per il capitano granata Raffaele Pucino. Buona prestazione nel primo tempo, tempestivo nelle chiusure l’ex Avellino ha sventato in più di una circostanza alcune ripartenze della squadra marchigiana che potevano risultare pericolose. Nel secondo tempo, invece, è stato protagonista di un malinteso con Micai, il quale essendosi defilato sulla destra non ha visto il retropassaggio del compagno causando l’autorete del difensore granata e di conseguenza il goal della bandiera per la squadra di Montero.

Il tecnico genovese ha chiesto al suo reparto arretrato di iniziare ad impostare con un giro palla ragionato. Niente lanci lunghi ma passaggi corti e precisi al compagno più vicino, di solito o il quinto di sinistra o il quinto di destra, i quali devono alternarsi e abbassarsi per ricevere la sfera. In alternativa, Ventura ha indicato spesso anche lo scarico al “cervello” di centrocampo, che ha il compito non solo di guidare tutta la squadra ma deve anche essere in grado di capire quando è il momento giusto per alzare o abbassare il baricentro. Nel caso specifico ruolo assunto da Francesco Di Tacchio. Serve, comunque, un difensore mancino in più a questa squadra, tant’è che i la società è sempre più concentrata sul futuro di Slobodan Rajkovic. Difficile al momento la “collaborazione” con la Lazio per prendere il calciatore, la Salernitana proverà a strappare un sì all’ex rosanero che, nonostante i 30 anni, è un elemento di spessore per la categoria. Servirà inoltre capire qualcosa in più sulle condizioni di Valerio Mantovani, quando Ventura potrà contare sull’ex ragazzo del Toro?

palestra olimpica

instagram asalerno.it

 

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.