Scarpe per bambini - Millepiedi

“Pablo Picasso e altri viaggiatori”, da domani la mostra al Marte di Cava

Il giorno dopo al via i concerti del Liceo Musicale De Filippis Galdi di Cava: quattro domeniche live tra musica classica e contemporanea

Picasso e l’Italia. Tappa imperdibile fu il suo arrivo a Napoli e Pompei, le cui meraviglie sedussero l’artista. Durante la visita nell’area archeologica scattò anche delle foto, la più significativa (dietro la macchina c’era il drammaturgo Cacteau) immortala Picasso in giacca e gilet mentre fuma la pipa (alle sue spalle Leonide Massine).

Il reportage fotografico della sua venuta nel Bel Paese è l’ispirazione del reading drammatizzato di Francesco Puccio, un nuovo appuntamento con il quale proseguono gli eventi collaterali diPablo Picasso e altri viaggiatori, storie naturali e viaggi spirituali”, la mostra in programma fino al 18 giugno al Marte – Mediateca Arte Eventi di Cava dei Tirreni.

In un’atmosfera onirica, tra sogni e memorie, sabato 6 maggio alle 21 negli space del polo culturale metelliano va in scena “Pompei Picasso. 1917-2017: il viaggio in Italia del genio di Malaga”. Lo spettacolo racconta il viaggio del grande artista nei luoghi del mito pompeiano, le fascinazioni e le suggestioni che lo caratterizzarono, le seduzioni che la città partenopea esercitò sul suo estro creativo. A colpirlo maggiormente gli straordinari affreschi di Villa dei Misteri, le cui fantasie compariranno in due quadri emblematici, dipinti cinque anni dopo questo viaggio: “Le Bagnanti” e “La Corsa”, in cui le donne ritratte rimandano alle Ninfe o alle Baccanti durante l’iniziazione dionisiaca. In scena Giacomo Casaula, Claudia Lo Casto, Francesco Puccio. Le coreografie sono di Claudia Lo Casto, le musiche (pianoforte e chitarra) di Ernesto Tortorella e Rodolfo Basile.

SINOSSI Picasso siede tra le rovine di Pompei. Elegante, sembra incurante dell’obiettivo che lo sta per fotografare, concentrato nell’accendersi la sua pipa. Dietro di lui, in piedi, Leonide Massine, star dei balletti russi. È l’11 marzo del 1917. Il maestro, creatore del cubismo, è arrivato a Pompei al mattino presto da Napoli. Lo ritrae una foto, scattata dal poeta Jean Cocteau, anch’egli in visita nella città vesuviana insieme al direttore dei balletti russi Sergej Djagilev. In quei giorni del 1917 Picasso, venuto a Roma per incontrare Diaghilev, impegnato all’Opera e negli studi degli Atelier Patrizi di via Margutta, incontrerà anche Olga, danseuse che diventerà sua moglie.

Il giorno seguente (il 7 alle 19) prende il via una nuova iniziativa a favore dei giovani. A testimonianza del fatto che l’offerta culturale del Marte punti a contribuire alla formazione delle future classi dirigenti o anche, più semplicemente, alla diffusione di una sensibilità di una comunità di studenti che fa cultura, la struttura ospiterà i live del Liceo musicale De Filippis Galdi di Cava de’ Tirreni. Per le quattro domeniche di maggio gli studenti si esibiranno al Marte Caffè in un programma musicale che andrà dalla classica alla contemporanea. A coordinare gli ensemble i professori Ivan Iannone e Stefano Giuliano.

E mentre continuano ad essere tantissimi i visitatori della mostra, martedì 9 maggio alle 16 toccherà a degli ospiti speciali: il Marte attende i bambini della Casa dei Cristallini di Napoli. I “figli” del Rione Sanità, il quartiere di Totò (spesso associato a storie di degrado e marginalità, ma in realtà ricco di un patrimonio storico-artistico di straordinaria importanza) approdano a Cava grazie alla Onlus L’Altra Napoli che da sette anni (con l’aiuto di grandi sponsor nazionali e internazionali) realizza opere di riqualificazione nel tentativo di riscattare la crescita dei suoi bambini, perché comprendano che l’alternativa alla strada esiste.

La mostra, che gode del patrocinio della Provincia di Salerno e del Comune di Cava de’ Tirreni, ed è realizzata grazie al sostegno del Main Sponsor Tecnocap, sarà visitabile fino al 18 giugno tutti i giorni, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.30 e dalle 16 alle 20 (ultimo accesso 19); sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 21 (ultimo accesso 20). Il costo del biglietto è di € 6,00, ridotto € 4,00. Diversi i pacchetti agevolati previsti, dallo SPECIALE FAMIGLIA al costo di € 15,00 (genitori e 2 figli dai 6 ai 14 anni), al pacchetto SCUOLE. Visite guidate su prenotazione. Per informazioni e prenotazioni: 089 9481133 – 333 6597109, www.grandimostremarte.com.

Matterello - Pizzeria a salerno

Commenti

I commenti sono disabilitati.