Taste - Sapori mediterranei

“Osservazione di morte” al Ruggi, prelevati fegato e reni al 41enne che cadde dal balcone

Era ricoverato in rianimazione in prognosi riservata, espiantati gli organi

La Direzione Generale dell’azienda ospedaliera universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona ha comunicato che questa mattina, alle ore 10.30, nel reparto di Rianimazione, è cominciata una “osservazione di morte” su un paziente di 41 anni terminata alle 16.30 con esito positivo per l’espianto di organi.

Si tratta di un uomo di Montecorvino Pugliano giunto al pronto soccorso lo scorso 15 marzo a seguito di politrauma determinato dalla caduta da un balcone, ricoverato in Rianimazione in prognosi riservata. Il Pm titolare dell’inchiesta, dottor Francesco Rotondo, ascoltato il parere del medico legale dottor Zotti che ha ricevuto dal direttore della U.O.C. di Anestesia e Rianimazione ogni informazione utile, valutato che il prelievo degli organi non avrebbe compromesso il successivo esame autoptico, ha autorizzato i prelievi di fegato e reni alla presenza del medico legale.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.