Assistenza computer salerno e provincia

Omicidio Fornelle, si pensa al rito abbreviato: chiesto nuovo interrogatorio per Gentile

Dopo la perizia sulla bottiglia in casa De Marco i difensori dell'imputato Luca Gentile chiedono ai giudici di ascoltare nuovamente il ragazzo accusato di omicidio volontario

Sono stati i legali di Luca Gentile a chiedere l’interrogatorio al ragazzo, l’imputato potrebbe essere ascoltato di nuovo durante l’udienza preliminare fissata il 2 febbraio. Come si legge sul quotidiano Il Mattino, oggi in edicola, la richiesta partita dagli avvocati arriva dopo la consegna della perizia sulle impronte di sangue trovate sulla bottiglia di alcol a casa della vittima al procuratore Elena Guarino. Impronte e residui organici che fanno pensare come in quella casa non ci sia stata la presenza di una terza persona alcune ore prima del delitto. Gentile ha sempre dichiarato di aver ucciso Eugenio Tura De Marco per legittima difesa raccontando nell’ultimo interrogatorio le avances di tipo sessuale che riceveva dall’uomo, a suo dire, geloso del rapporto tra lui e la figlia. Successivamente, tramite la ricostruzione di alcune messaggi sullo smartphone, proprio la figlia avrebbe pianificato l’omicidio del padre con quello che era il suo fidanzato. Il giudice per le indagini preliminari Stefano Berni Canani dovrà decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio per omicidio volontario e concorso in omicidio volontario presentata dal pm, i difensori di Gentile al termine dell’udienza hanno anticipato che chiederanno il rito abbreviato.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.