Taste - Sapori mediterranei

Omicidio delle Fornelle, Daniela “non ha condizionato il fidanzato” ad uccidere il padre

La perizia scagiona la ragazza sul delitto compiuto dal giovane Luca Gentile: l'omicidio non è stato indotto

Per i medici, Daniela Tura, la figlia di Eugenio Tura De Marco non ha condizionato il fidanzato Luca Gentile accusato di aver ucciso il suocero a coltellate il 19 febbraio nella sua abitazione nel rione Fornelle. Lo rivela il quotidiano La Città, oggi in edicola, con l’inchiesta sulla ragazza che potrebbe essere archiviata perchè, secondo la perizia dei consulenti sui due giovani l’omicidio non è stato indotto, tra Daniela e Luca vi era un “normale rapporto di dipendenza psicologica – si legge su La Città – dovuto al legame affettivo, ma nulla che potesse indicare la supremazia di una delle due figure e tantomeno la possibilità che le azioni di uno siano state indotte o condizionate dall’altro”. Il giovane, invece, ha sempre affermato di avere agito per legittima difesa, di essere sì andato a casa del suocero con l’intenzione di affrontarlo ma di averlo accoltellato solo per paura, quando il carrozziere lo avrebbe bloccato su una sedia con una mano alla gola e un’altra sui genitali, insistendo ancora una volta perché cedesse alle sua avances.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.