Taste - Sapori Mediterranei

“Omicidi preoccupano ma non c’è nessun escalation criminale”

Il comandante provinciale dei Carabinieri di Salerno fa il bilancio delle attività del 2015 su tutto il territorio: "A Salerno città reati in calo"

Il comandante provinciale dei Carabinieri di Salerno Riccardo Piermarini ha fatto un bilancio sulle attività svolte nel 2015 nei diversi interventi: “C’è una attività di controllo e monitoraggio sempre molto attenta. Condivisa in sede di comitato per l’ordine e sicurezza pubblica, impieghiamo tutte le forze di polizia, non ci sono allarmi particolari e proseguono le attività di attento controllo, così come la collaborazione. Non siamo preoccupati e non ci sono segnali particolari anche se manteniamo l’attenzione costante, monitoriamo tutte le situazioni”.

“I reati contro la persona e il patrimonio sono in forte calo sia a Salerno che negli altri centri – ha dichiarato il comandante – A Salerno abbiamo smascherato delle bande dedite ai furti nelle abitazioni, non è un caso che dopo queste operazioni i fenomeni sono calati. Rispetto al 2014 l’incidenza di reati contro le persone e il patrimonio è nettamente minore, è stato approntato

un piano capillare che ha portato a grandi risultati, anche per quanto riguarda la prevenzione di possibili episodi terroristici che non ci hanno fatto registrare alcun episodio di preoccupazione – ha aggiunto Piermarini parlando anche degli omicidi avvenuti a Pontecagnano e Scafati nell’ultimo anno – inutile nasconderlo, preoccupano. Stiamo lavorando per garantire alla giustizia chi si è reso protagonista di quelle azioni ma allo stesso tempo siamo convinti che in questi comuni non c’è alcuna escalation criminale che possa far pensare a delle lotte fra bande”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.