Assistenza computer salerno e provincia
Scarpe per bambini - Millepiedi

Oltre la morte, oltre il nero: la luce delle “26”

Standing ovation all'Augusteo per l'opera dedicata alle 26 ragazze migranti giunte senza vita a novembre del 2017 al porto di Salerno

581

 

Nel nero del ricordo il teatro Augusteo ha donato luce, tanta, quella trasmessa da “26 – Come in mare così in Terra”, l’opera dedicata alle 26 ragazze giunte a Salerno senza vita a novembre del 2017. Le hanno dato voce, pensieri, memoria, le giornaliste salernitane interpretando i testi di altrettanti cronisti e scrittori. Partendo dalla “mamma” di tutte, Cinzia Ugatti, con le parole di Concita De Luca, lei promotrice dell’iniziativa con l’ordine dei Giornalisti della Campania. Sul palco anche il presidente dell’Odg, Ottavio Lucarelli che con il sindaco ha annunciato la volontà di pubblicare i testi interpretati dalle “26”, portando su carta lo spettacolo meraviglioso realizzato anche per fornire un contributo al centro Antiviolenza di genere Artemisia del San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona. Un successo il responso in termini d’emozioni e di numeri registrati, un assegno da quasi 5.000 euro e la sala stracolma dell’Augusteo. Ad avvicendarsi le interpretazioni di Barbara Albero, Alessia Bielli, Simona Cataldo, Rosa Coppola, Alessandra Lombardi, Rosita Sosto Archimio, Eleonora Tedesco, Lucia Trotta, Matilde Pisaturo, Carla Polverino, Romina Rosolia, Giorgia Sabatini, Francesca Salemme, Carolina Sorrentino, Federica D’Ambro, Silvia De Cesare, Francesca De Simone, Alessandra De Vita, Giovanna Di Giorgio, Pina Ferro, Rossella Fusco, Lucia Gallotta, Rosanna Gentile, Ersilia Gillio, Carmen Incisivo e Barbara Landi,  il team completato da Caterina La Bella e Gilda Camaggio, ovviamente con Concita De Luca. Hanno rapito il pubblico i testi di Massimiliano Amato, Francesca Blasi, Gabriele Bojano, Claudia Bonasi, Paolo Romano, Eduardo Scotti, Andrea Siano, Angela Trocini, Monica Trotta, Ketty Volpe, Barbara Cangiano, Petronilla Carillo, Piera Carlomagno, Olga Chieffi, Antonella D’Annibale, Clemy De Maio, Monica Di Mauro, Carla Errico, Peppe Iannicelli, Giovanbattista Lanzilli, Franco Matteo, Ivano Montano, Felice Naddeo, Carlo Pecoraro, Erminia Pellecchia, Enzo Ragone e Mariano Ragusa. A condurre la serata Titti Improta, parole sentite in chiusura quelle dell’Uomo di Giustizia Matteo Casale. Presente, oltre al Prefetto Salvatore Malfi anche il Ministro dell’Immigrazione della Nigeria Ifeynwa Angela Nworgu, a lei l’ultima voce della serata, sorrisi ed emozioni rivolte alla platea e al palco: “Grazie Salerno..”

Nel riconfermare la grande stima per colleghi cronisti e croniste salernitane, la redazione di aSalerno.it è particolarmente orgogliosa della partecipazione di Federica D’Ambro e Carmen Incisivo, a loro come alle altre, i più sinceri complimenti per quanto realizzato.

Assistenza computer salerno e provincia
Matterello - Pizzeria a salerno

Commenti

I commenti sono disabilitati.