Pizzeria Betra Salerno

Nuovo decennio parte da Pescara, scorta speciale per i granata

Oltre 700 nel Settore Ospiti dell’Adriatico. Zauri recupera Memushaj a centrocampo. Ventura si affida ad Heurtaux per sostituire Karo

Carmine Raiola

Le probabili formazioni

PESCARA (4-3-2-1)

Fiorillo; Zappa, Scognamiglio, Drudi, Crecco; Memushaj, Palmiero, Kastanos; Machin, Galano; Maniero.

All. Zauri

SALERNITANA (3-5-2)

Micai; Heurtaux, Migliorini, Jaroszynski ; Lombardi, Akpa Akpro, Dziczek, Maistro, Cicerelli; Gondo, Djuric.

All. Ventura

Il match

Una vittoria per scalare posizioni in classifica ed arrivare a ridosso di quelle di vertice, questo è l’obiettivo di Pescara e Salernitana per il match dell’Adriatico. I biancazzurri e gli uomini di mister Ventura, infatti, occupano rispettivamente il decimo e l’undicesimo posto in classifica, a quota 26 punti. I numeri delle due compagini sono molto simili, in quanto gli abruzzesi ed i campani hanno il medesimo numero di vittorie ( 7), di pareggi ( 5) e di sconfitte (7). Differenti, anche se di una sola unità, sono i gol fatti e quelli subiti. Il Pescara, infatti, ha siglato 29 reti mentre la Salernitana è a quota 27. Il numero delle marcature incassate, invece, vede i granata a 25 ed i biancazzurri a 26. Per quanto riguarda l’aspetto tattico, entrambi i mister non potranno contare su alcune pedine fondamentali dei loro schieramenti. Partiamo dai padroni di casa. I “delfini” di mister Luciano Zauri, dovrebbero schierarsi con il 4-3-2-1. In porta Fiorillo, difesa a quattro formata da Scognamiglio ed uno tra Drudi e Bettella centrali, con Zappa terzino destro e Crecco sulla fascia opposta. In mediana, Palmiero ( che ha già fatto male ai granata lo scorso anno quando vestiva la maglia del Cosenza), il quale dovrebbe avere ai suoi lati Memushaj e Kastanos, quest’ultimo accostato ai campani nell’ultima sessione di mercato. Dinanzi alla coppia formata, a meno di sorprese, da Machin e Galano, dovrebbe agire Riccardo Maniero. Non saranno del match dell’Adriatico, Matteo Ciofani ed Hugo Campagnaro, mentre l’ex granata Busellato partirà dalla panchina. Capitolo Salernitana. Per la partita odierna, Ventura dovrà fare i conti con una serie di assenze pesanti, come quelle degli squalificati Kiyine, Di Tacchio e Karo. Il modulo, non cambia e sarà il consueto 3-5-2. In porta Micai, terzetto difensivo formato da Heurtaux (al suo esordio stagionale) sul centro-destra, Migliorini centrale e Jaroszynski sul centrosinstra. In mediana, ci sarà Patryk Dziczek che ai suoi lati avrà Akpa Akpro e Fabio Maistro, mentre  sugli esterni agiranno Lombardi sulla destra (recuperato dall’influenza) e Cicerelli sul versante opposto. In attacco, al fianco di Cedric Gondo ci sarà, nonostante la botta al ginocchio ricevuta in allenamento, Milan Djuric. I granata, come detto, vorranno conquistare all’Adriatico  una vittoria importante in chiave classifica, così da provare a bissare il successo ottenuto nel girone di andata e tornare a conquistare punti in terra abruzzese a quattro anni dall’ultima volta, quando una Salernitana neopromossa in B pareggiò per 1-1 al “Cornacchia”.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.