Taste - Sapori Mediterranei

Nuovi impianti di compostaggio, tre zone individuate: Fuorni, parco San Matteo e Mercatello

Il gruppo "Meetup – Amici di Beppe Grillo" ha inoltrato istanza di adesione alla localizzazione di impianti di compostaggio di comunità per il trattamento della frazione organica dei rifiuti indetta dalla Regione Campania

Il gruppo di cittadinanza attiva “Meetup – Amici di Beppe Grillo”, in coordinamento con i Meetup di Pellezzano, Baronissi, Fisciano e Mercato San Severino, ha inviato al Comune di Salerno, a mezzo P.E.C. del 28 febbraio u.s., un sollecito ad inoltrare istanza di adesione alla localizzazione di impianti di compostaggio di comunità per il trattamento della frazione organica dei rifiuti indetta dalla Regione Campania con Decreto Dirigenziale n. 71 del 22/02/2017.

Ieri mattina una rappresentanza di questo gruppo si è recata presso gli uffici del Settore Ambiente e Protezione Civile a seguito di convocazione telefonica per un confronto con il dirigente del suddetto settore, Ing. Luca Caselli e l’Arch. Maiorino Vincenzo.

“L’incontro ha consentito alle parti intervenute di poter analizzare sia le opportunità che si verranno a creare in favore dei cittadini salernitani a seguito di installazioni delle compostiere di comunità che le necessità tecnico-operative legate all’ubicazione ed alla gestione che questo tipo di impianti richiede”. Fa sapere in una nota il gruppo Meetup – Amici di Beppe Grillo.

“Il principio di integrazione del sistema di gestione dei rifiuti con una rete di piccoli impianti, attraverso cui la Regione Campania ha inteso promuovere il finanziamento dell’acquisto e della relativa messa in esercizio di impianti di compostaggio di comunità in favore dei Comuni, ben si confà con le esigenze socio-ambientali che la città di Salerno necessita anche in presenza di un impianto di grandi dimensioni già esistente.

Al fine di raggiungere un obiettivo, seppur minimo, di installazioni utili alla comunità salernitana. le parti hanno convenuto di impegnarsi a fare quanto in loro potere rispetto alle proprie competenze e disponibilità. Per questo motivo sono stati analizzate tutte le condizioni presenti nell’avviso pubblico regionale necessarie alla presentazione della candidatura.

Le aree destinatarie all’installazione degli impianti, secondo dei criteri di sostenibilità eco-ambientale, di richiesta da parte delle comunità rionali e di disponibilità di aree comunali, che questo gruppo ha individuato e sottoposto oggi all’Assessore all’ambiente e al dirigente del Settore Ambiente del Comune di Salerno, riguardano tre possibili zone:

  • Rione Fuorni: potrebbe risultare vantaggioso rispetto all’attuale raccolta della frazione umida da conferire nell’attuale impianto di compostaggio;

  • Parco San Matteo: per espressa volontà di un grande condominio composto da 95 famiglie che ne richiede l’installazione all’interno dell’area condominiale oppure nell’area che delimitala recinzione del condominio di proprietà del Comune di Salerno;

  • Area Parco del Mercatello: in posizione centrale rispetto alla zona residenziale dei rioni di Pastena e Mercatello densi di unità abitative che potrebbero garantire un apporto all’impianto costante.

Sarà compito del Comune di Salerno, ora, avviare la manifestazione d’interesse nei confronti della Regione Campania per l’installazione degli impianti di compostiera di comunità ed avviare una procedura ad evidenza pubblica per coinvolgere le Associazioni di volontariato del settore ambiente ad avviare i processi di formazione per la gestione degli stessi impianti”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.