Taste - Sapori mediterranei

Nuova sede Cisl a Scafati, giovedì il taglio del nastro

I nuovi uffici oltre ad ospitare tutte le federazioni per le attività sindacali, ospiteranno i servizi della Cisl, atti a migliorare e facilitare l’accesso alle prestazioni da parte dei lavoratori, giovani, pensionati e degli iscritti

Federica D'Ambro

Sarà inaugurata giovedì 24 novembre, alle 17.30, la nuova sede della Cisl ubicata nella città di Scafati – via Guglielmo Oberdan, n. 6. Il taglio del nastro si svolgerà alla presenza dell’intera segretaria della Cisl Salerno, guidata dal Segretario Generale, Matteo Buono e dei Segretari Provinciali, Elena Conte, Giuseppe Baldassarre, Pasquale Passamano, Pietro Pernetti, e di tutti i segretari generali delle federazioni provinciali di categoria e dei responsabili degli Enti e Associazioni: Patronato Inas, Caf, Adiconsum, Sicet e Anolf.
I nuovi uffici oltre ad ospitare tutte le federazioni per le attività sindacali, ospiteranno i servizi della Cisl, atti a migliorare e facilitare l’accesso alle prestazioni da parte dei lavoratori, giovani, pensionati e degli iscritti.
“Un’operazione che, insieme a quelle già effettuate – come la realizzazione e l’avvio delle attività dell’ambulatorio infermieristico sociale presso la sede Cisl di Nocera Inferiore, la presenza consolidata della Cisl presso il centro sociale di Pagani e l’imminente apertura di una postazione presso il centro sociale di Sarno, oltre la sede già operativa – ha dichiarato il Segretario Generale, Matteo Buono – stiamo portando avanti l’idea di stare sempre più vicini agli iscritti e ai cittadini dell’agro-nocerino-sarnese”.
“Pur facendo i conti con le ristrettezze economiche e quindi con la spending review, che la Cisl sta adottando da alcuni anni – ha detto il segretario provinciale della Cisl, Pasquale Passamano – stiamo investendo sempre più in risorse economiche ed umane su tutto il territorio della provincia di Salerno”.
Ed infine, Passamano: “La città di Scafati, da sempre, ha rappresentato per la Cisl un punto di forza, non solo per la presenza di molte industrie conserviere – dei numerosi lavoratori del comparto agricolo, metalmeccanico, chimico, terziario ed edilizio, ma anche per la presenza dei molti iscritti e simpatizzanti nel settore pubblico, enti locali e scuola”.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.