Taste - Sapori mediterranei

Nuova Moschea per i musulmani di Eboli, sindaco e cittadini preoccupati

Hanno firmato petizioni, si sono attivati, hanno trovato il luogo adatto per creare una moschea più grande per ospitare tutti i musulmani della zona, al costo di 600mila euro

Federica D'Ambro

Negli anni il numero di musulmani a Santa Cecilia, Eboli, è andato sempre di più in aumento. Una moschea dedicata alla preghiera, esiste già, ma è piccola e poco capiente rispetto al numero reale di persone che vogliono professare la loro religione lì dove vivono, nella loro quotidianità. La moschea attuale è un garage, insufficiente per ospitare tutti i musulmani della zona. Così come un cristiano si rifugia all’interno di una Chiesa per pregare, un musulmano ha bisogno di una Moschea per sentirsi anche un pò “a casa”. Essendo lo spazio troppo piccolo per contenerli tutti, i musulmani della zona si sono attivati, hanno firmato petizioni, hanno deciso di comprare un luogo per creare la loro moschea. Come dichiarato dal quotidiano Il Mattino, il luogo di preghiera islamica nascerà in un capannone di 700 metri quadrati, nel centro di Santa Cecilia. La comunità musulmana pagherà 600mila euro. Questa moschea, però, non servirà solo per i momenti di preghiera, secondo il volere dei musulmani interessati a comprarla, diventerà un centro religioso, si pregherà, certo, ma nel capannone verrà insegnato anche il Corano ai bambini, con tanto di cortile per le attività ricreative.
Una decisione che non è stata accettata bene dai cittadini e dal sindaco Cariello, che è preoccupato. Il primo cittadino insieme al consigliere comunale Peppe La Brocca, hanno chiesto ai musulmani di trovare un’altra sede, lontano dal centro di Santa Cecilia, lontano dall’asilo frequentato dai bambini cattolici, lontano dai palazzi e dai residenti cristiani. I musulmani hanno chiesto al primo cittadino un luogo alternativo, ma attualmente non c’è.
I musulmani di Santa Cecilia sono sempre di più, la maggior parte si sono integrati perfettamente con le famiglie e trovando lavori puliti. Ma c’è una minoranza che vive ancora nel disagio, bazzicando tra lo spaccio di droga e il lavoro a nero. E’ proprio questa minoranza, visto gli attacchi terroristici dell’ultimo anno, che preoccupano i cittadini e l’amministrazione comunale.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.