Assistenza computer salerno e provincia

Non c’è nesso di casualità tra le morti sospette e le Fonderie Pisano

L'inchiesta è stata archiviata

Federica D'Ambro

259

L’inchiesta sul possibile nesso tra le morti per cancro e l’attività delle Fonderie Pisano è stata archiviata: secondo la Procura e il sostituto Roberto Penna “non c’è alcun nesso di casualità tra le due”. Come rivelato dal quotidiano Il Mattino, le Fonderie Pisano vengono quindi scagionate dall’inchiesta che le vedeva colpevoli di aver causato, con la propria attività lavorativa, la morte di residenti di via Dei Greci e zone limitrofe.A deporre la prima denuncia, all’epoca dei fatti, fu Lorenzo Forte, presidente del Comitato Salute e Vita che portò all’attenzione dei magistrati 215 casi di “morti sospette”.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.