Pizzeria Betra Salerno

Non c’è due senza tre, dopo Umberto e Giancarlo anche Riccardo col granata

La dinastia degli Improta si completa, Riccardo succede con la maglia della Salernitana a i fratelli Umberto e Giancarlo

Non c’è due senza tre. Riccardo Improta è un nuovo calciatore della Salernitana, pronto a riscattare la sfortunata annata con il Cesena interrotta da un brutto infortunio.
Improta è un nome molto conosciuto a Salerno, più volte hanno calcato il prato dell’Arechi i fratelli del più giovane Riccardo con fortune alterne. Umberto, Giancarlo e Riccardo, tutti e tre in rigoroso ordine di anno di nascita. Tutti e tre uniti accomunati dal cavalluccio marino. Il più “vecchio” del trio è Umberto Improta, cresciuto nelle giovanili della Salernitana sotto la presidenza Aliberti e poi esordito tra i grandi il 7 giugno 2003 nel pareggio casalingo con il Siena; un mese dopo arrivò anche il suo primo gol tra i professionisti nella trasferta di Vicenza. Umberto negli anni successivi fu mandato in prestito per farsi le ossa per poi tornare a Salerno sotto la presidenza Lombardi. Stagione 2006/07, quella dei salernitani e di Noviello in panchina. Annata mediocre conclusasi con una salvezza risicata, quattordici presenze per Umberto e nessun gol realizzato. Il più grande dei fratelli ha poi cominciato una lunga carriera in terza serie diventando ogni estate uomo mercato. Nel 2012/13 rovinò l’esordio dei granata di Galderisi segnando uno dei tre gol che portò alla sconfitta casalinga la Salernitana. L’ultima stagione ha giocato in serie D nella Cavese.
Giancarlo, invece, ha solo assaporato la prima squadra. Infatti, il calciatore nato nel 1987 ha giocato nel settore giovanile della Salernitana durante la presidenza Aliberti e, faceva il raccattapalle quando all’ombra dell’Arechi allenava Zdenek Zeman. Giancarlo Improta ha fatto parte poi della famosa diaspora del settore giovanile dopo il fallimento e ha girovagato perlopiù nei campionati di terza serie. Con fortune alterne ha indossato molte maglie e incrociato la Salernitana, prima con la Fermana nel campionato 2005/06 e poi recentemente con la casacca del Melfi durante la cavalcata dei granata in C2. La scorsa annata ha militato tra le fila del Jolly e Montemurlo nella serie D in Toscana.
Riccardo classe 1993 non ha seguito i suoi fratelli più grandi. Infatti, non ha giocato nel settore giovanile granata ed ha mosso i primi passi nelle giovanili nella squadra della sua città: la Puteolana. Qualche anno più tardi ci pensa il Lanciano a lanciarlo tra i professionisti facendolo esordire il primo maggio 2011. Tra i frentani si fa notare e lo adocchia il Genoa che lo acquista a titolo definitivo. Dal 2012 in poi Riccardo ha giocato in prestito partendo sempre dalla casa madre rossoblu. Il suo esordio in serie A avviene grazie all’attuale mister granata Beppe Sannino, il quale nel 2013/14 allenava il Chievo Verona e vide delle enormi potenzialità nel giovane esterno. L’ultimo anno quello più sfortunato, in quanto doveva essere quello del definitivo lancio tra i big, ma un brutto infortunio nel precampionato con il Cesena lo ha tenuto fuori dai campi per sette mesi. La sua carriera è condita da presenze delle Nazionali giovanili italiane e ben tre gol nell’Under21 di Luigi Di Biagio.
Riccardo Improta arriva a Salerno con tanta voglia di riscattarsi e di far vedere le sue enormi qualità sinora non ancora espresse al meglio, sarà solo un’alternativa al duo d’attacco o un’importante costante nello scacchiere di Sannino?

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.