Taste - Sapori mediterranei

Noi con Salvini: “A Salerno servono le strisce bianche”

Il consigliere comunale del partito d'opposizione a Palazzo di Città scrive al sindaco Napoli: "Quasi assenti, bisogna affiancarle a quelle blu..".

sal : parcheggi strisce blu

sal : parcheggi strisce blu

“I salernitani chiedono agevolazioni per il parcheggio in città e una maggiore distribuzione delle strisce bianche”.

Comincia così la nota inviata al sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, a scrivere è Giuseppe Zitarosa, consigliere comunale d’opposizione con “Noi con Salvini”. “Cresce sempre di più l’insofferenza – dice Zitatosa – verso le cosiddette strisce blu che impongono il pagamento della tariffa oraria”.

La riforma costituzionale del 2001 ha dato ai Comuni italiani piena autonomia su come amministrare le proprie entrate, tra cui sono compresi anche i guadagni provenienti dai parcheggi a pagamenti. Quindi ogni Comune può realizzare aree di sosta a pagamento tenendo conto che queste devono essere ubicate fuori dalla carreggiata e comunque in modo che i veicoli parcheggiati non ostacolino lo scorrimento del traffico.

Strisce blu, quindi, possibili ma se ci sono anche parcheggi gratuiti. Come chiarito dalla circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, devono esserci parcheggi liberi nelle vicinanze delle strisce blu. In caso di violazione di una delle due norme (ubicazione e vicinanza dei parcheggi gratuiti), i verbali notificati sono da considerarsi illegittimi.

“Le multe, quindi, sono nulle se nelle vicinanze del parcheggio a pagamento non sono stati creati spazi di parcheggio libero – continua Zitarosa – ovvero con righe bianche. A tal proposito, vista la quasi totale mancanza in città di strisce bianche affiancate a quelle blu invito il sindaco ad adoperarsi affinchè gli uffici preposti dispongano un piano parcheggi che rispetti le norme”.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.