Taste - Sapori Mediterranei

No alla Chiesa nel Parco del Galiziano: ieri primo incontro per il Comitato

Petizione popolare per esprimere preoccupazione e contrarietà alla costruzione di un edificio religioso, che sostituirà la parrocchia di San Giovanni Battista, all'interno del Parco del Galiziano

Si è tenuta nella giornata di ieri, come preannunciato nei giorni scorsi dal costituente Comitato “No alla Chiesa nel Parco del Galiziano” , la prima tappa della petizione popolare per esprimere preoccupazione e contrarietà alla costruzione di un edificio religioso, che sostituirà la parrocchia di San Giovanni Battista, all’interno del Parco del Galiziano (sito in via Roberto Virtuoso, Torrione Alto), uno dei pochi spazi verdi pubblici rimasti ‘intatti’ sino ad ora in città.  Preoccupazione e contrarietà dettati soprattutto dalla scelta, in seguito alla delibera del consiglio comunale di Salerno del 29 dicembre 2016, di approvare la variazione del progetto di una Chiesa dalle dimensioni maggiori rispetto a quelle iniziali (dando il via libera alla costruzione di un campanile alto oltre 20 metri, di una casa canonica, e di ulteriori edifici con altezze medie dai 13 ai 18 metri, volumetrie che poco si adattano al contesto urbanistico che circonda il parco). Diversi gli step che il Comitato si prefigge di raggiungere, dalla raccolta firme per inviare la petizione popolare al Sindaco Vincenzo Napoli, alla sensibilizzazione della popolazione del quartiere, al confronto con le sfere politiche cittadine per provare a trovare una soluzione che possa accontentare tutti, fino a comprendere le motivazioni che hanno spinto all’approvazione delle nuove volumetrie. Si sono riuniti nonostante il freddo, a ridosso dell’ingresso del Parco, una trentina di cittadini, vogliosi di dire la loro e di apporre la propria firma per esprimere preoccupazione per la tutela del verde pubblico cittadino.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.