Pizzeria Betra Salerno

Nesta promuove i granata: “Squadra forte e ben allenata, servirà equilibrio”

Il tecnico ciociaro afferma: "L'Arechi è uno stadio importante, bisognerà essere squadra"

Luca Viscido

Alessandro Nesta è pronto e carico per la sfida che vedrà il suo Frosinone affrontare in trasferta la Salernitana. Questa mattina il tecnico laziale è intervenuto nella classica conferenza stampa pre-partita per illustrare il match dell’Arechi.

Il tecnico ciociaro non si è sbottonato sul probabile undici che affronterà i granata e ha dribblato alcune domande: “La formazione è così importante saperla? Non la dico perchè è giusto che non la dica. A Perugia abbiamo cambiato modulo in corsa senza cambi ma non lo possiamo decidere prima, dipende da come andrà la partita. Inizialmente penserò alla mia squadra, non all’avversario. Tattica attendista? Non posso dirlo, non voglio svelare nulla”.

Nesta non si fida della Salernitana ed elogia il lavoro svolto da Ventura in questi mesi: “la mano di Ventura si vede, ha convinto i giocatori che la sua idea è giusta e i risultati l’hanno aiutato: se vinci, rafforzi la tua idea, altrimenti questa fa più fatica a entrare nel cervello. Anche i grandi allenatori di Serie A hanno preso spunto da Ventura. Ha allenato in Nazionale, è un grande allenatore”.

Sul match di domani ha poi continuato: “Conteranno sia il temperamento che la tecnica. Ventura propone da anni un suo marchio di fabbrica, non è un calcio improvvisato ma organizzato. Bisognerà stare attenti a quello che farà la Salernitana, ma la differenza soprattutto in B la fa l’agonismo, la voglia di vincere i duelli“.

Per il difensore ex Lazio l’equilibrio tra i reparti è fondamentale soprattutto quando si gioca in uno stadio caldo come quello di Salerno e aggiunge: Abbiamo bisogno di equilibrio, andiamo a giocare in uno stadio importante e caldo contro una squadra forte, allenata da un allenatore forte. Sarà difficile dobbiamo essere squadra, la partita sarà fatta di tanti momenti, quelli in cui loro ti chiuderanno e devi accettarlo, quelli dove dovremo ribaltare; servirà organizzazione e voglia di raggiungere il risultato”.

Il tecnico ha infine concluso: Non firmerei per un pareggio, tutte le partite vanno giocate per vincere”.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.