Taste - Sapori Mediterranei

Nei guai imprenditori cilentano, fatture “false” in contabilità per pagare meno tasse

Scoperto dalla Guardia di Finanza di Salerno.

finanza
l'operazione operazione asalerno post
Su disposizione della procura di Vallo della Lucania i militari hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo di 400mila euro, finalizzato alla confisca per equivalente nei confronti del titolare di un distributore di carburante. Il provvedimento, emesso dal Gip, è arrivato al termine di una verifica fiscale nel corso della quale sono state esaminate le fatture di acquisto con cui il commerciante aveva documentato le spese dell’impianto.

finanza

Sarebbe emerso come parte dei costi riportata in contabilità non sarebbe stata sostenuta dall’imprenditore, che avrebbe utilizzato fatture inesistenti per abbattere di oltre 400mila euro l’Iva dovuta al fisco dal 2013 al 2015. L’indagato è chiamato a rispondere dell’accusa di aver utilizzato fatture per operazioni inesistenti e di aver presentato delle dichiarazioni fiscali fraudolente. Sequestrati 3 terreni e fabbricati dell’imprenditore nei comuni di Casal Velino e Castel Nuovo Cilento e 120mila euro in contanti.

Foto 1 (1)

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.