Richiedi la tua pubblicità

I negozi di vicinato alla conquista del web

Al via l'iniziativa targata Confesercenti Provinciale di Salerno finalizzata a migliorare le strategie di vendita con l'aiuto dei social network

Federica D'Ambro

Siti web, social network, blog, forum e community varie sono il nuovo “luogo” all’interno del quale il consumatore desidera e sceglie il proprio acquisto, prodotto o servizio che sia. Una sfida per le aziende è, quindi, quella di saper vedere nei social network uno strumento strategico che arriverà ad essere un vero e proprio canale di vendita. Anche per questo è fondamentale assegnare alla propria presenza sui “social” obiettivi mirati e, per alcuni grandi brand, ottimizzarli a livello globale. Per tale motivo, nasce la necessità di ricorrere a nuove metodologie di ascolto, di elaborazione delle valutazioni/opinioni espresse dai consumatori in tempo reale e sviluppare nuove metodologie di ricerca di tipo automatico, rivolte principalmente agli “ambienti social”.

“Oggi senza i social network non si va avanti – ha dichiarato l’assessore Loffredo – quindi vogliamo tenere queste lezioni per capire quali sono i sentimenti che ogni consumatore può avere per un acquisto di un prodotto. Questa è una cosa che in America è usata da anni e dobbiamo attingere dal modello americano per dare ai piccoli commercianti tutti quelle indicazioni e strategie per far si che i propri prodotti vengono scelti.”

Da queste considerazioni nasce il progetto “Nuove strategie di vendita per gli esercizi commerciali di vicinato” messo in campo dalla Confesercenti della provincia di Salerno per i suoi associati in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” – Centro Interdipartimentale di ricerca “R. D’Ambrosio”, Laboratorio di Urbanistica e di Pianificazione del Territorio diretto dal professor Francesco Domenico Moccia, al fine di individuare gli strumenti per ora utilizzati solo dalla Grande distribuzione organizzata in grado di incidere sul processo decisionale che regola gli acquisti, partendo dall’analisi dei “sentimenti” espressi dai consumatori fino ad individuare i fattori che influenzano le loro scelte, il loro comportamento e, quindi, i loro acquisti.

“La confesercenti Provinciale di Salerno, riesce a portare avanti progetti condivisi che devono far fronte alle possibilità dei commercianti per far sì di incentivare quello che è il commercio storico e gli artigiani – ha dichiarato Raffaele Esposito, Presidente provinciale Confesercenti Salerno – Perchè attraverso i social network anche loro hanno la possibilità di vendere e farsi conoscere”.

Questa mattina la presentazione a Palazzo di Città, il progetto, e le sue positive ricadute economiche sul tessuto imprenditoriale della città alla quale hanno preso parte Pasquale Giglio, Direttore provinciale Confesercenti Salerno, Raffaele Esposito, Presidente provinciale Confesercenti Salerno, Sebastiano D’Antonio e Giorgio Iorio, Esperti in Sentiment analysis e Web marketing del Lupt dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Giulio Alfieri, Responsabile del Cru Unipol, Dario Loffredo, Assessore all’Annona del Comune di Salerno e Franco Picarone, Presidente della Commissione Bilancio della Regione Campania.

Un cenno ai dati dei commercianti salernitani è stato fatto da Pasquale Giglio, Direttore provinciale Confesercenti Salerno: “I dati sono abbastanza sconfortanti perchè abbiamo un calo pari al 40 per cento nel giro di 5 anni. Il problema è avvicinare anche i mercati che in questo momento sono online. Per questo siamo qui oggi”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.