Taste - Sapori mediterranei

“Siamo nati per essere primi e primi torneremo”

Le parole di Dario Loffredo, torna il sereno tra gestori dei locali e amministrazione

Federica D'Ambro

SALERNO | Un accordo tra il Comune di Salerno e la Siae fa tornare la speranza di tanti commercianti che nella movida salernitana non credevano più. Questa mattina, i commercianti salernitani hanno incontrato il primo cittadino Enzo Napoli, l’assessore Di Lorenzo e Loffredo e Gennaro De Chiara, direttore interregionale della Siae di Napoli. C’è stata finalmente una nuova apertura verso il mondo della movida che, in base alle scelte dei commercianti stessi, potrebbe tornare a farsi “sentire” dopo la mezzanotte.

L’ordinanza illustrata a Palazzo di Città prevede la concessione della musica dal vivo all’interno e all’esterno dei locali salernitani il fine settimana (sabato e domenica) dalle ore 20 alle 01.00. Mentre un’altra concessione apprezzata dai presenti, è la possibilità di organizzare musica dal vivo e serate anche durante la settimana, in un giorno a scelta degli operatori del settore, tra il mercoledì e il giovedì, in questo caso la musica live è consentita non oltre le ore 24. Per quanto concerne la filodiffusione all’interno dei locali, è concessa in qualsiasi ora del giorno e della notte.

“Dove la musica suona, le città rinnovano la loro attrattiva. “Salerno suona” invita a mettere d’accordo i commercianti per rendere allettante l’offerta. 
Siamo nati per essere primi e primi torneremo.- ha dichiarato nel merito dell’incontro Dario Loffredo –  Da oggi attraverso la concessione dello spazio pubblico, il venerdì sera gli artisti potranno esibirsi anche all’esterno ed avere la nostra bellissima città come palcoscenico. Dopo il successo del 24 e 31 dicembre sono certo che la qualità degli spettacoli dal vivo e la maturità dei commercianti favoriranno lo sviluppo delle attività e creeranno nuove opportunità per la Salerno del buon vivere”. 

Il sindaco Enzo Napoli ha posto l’attenzione su due punti cardine di questa nuova ordinanza: “Questo è un segnale di apertura e di interesse verso i commercianti. Credo che sia fondamentale e importante soffermarsi su due punti: uno strettamente legato ai commercianti e sul loro atteggiamento di responsabilità, è un invito a fare sistema, cercate di fare in modo che non ci siano conflitti inutili. Il secondo punto è l’attenzione doverosa verso i cittadini che non vogliono ascoltare musica, e di rispettare il loro diritto alla privacy. C’è bisogno di un giusto equilibrio in nome della civiltà”.
Quello di oggi è stato un incontro all’insegna della serenità. I commercianti presenti hanno tirato un respiro di sollievo, felici da quanto deciso dall’amministrazione comunale. Ora tocca vedere come si creeranno nuove sinergie tra gli stessi, per far sì che Salerno riesca a ritrovare quella movida che tanto, negli anni passati, ha fatto divertire.
Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.