No Signal Service

Nasce a Cava “Marcovaldo”: la prima libreria per bambini – FOTO

Un'idea di Claudia Di Cresce che è riuscita a realizzare un suo sogno dando spazio alla lettura e scrittura per i più piccoli

Federica D'Ambro

Nasce a Cava de’Tirreni la prima libreria dedicata ai più piccoli, la libreria “Marcovaldo”. Lettura, narrativa e scrittura dedicata ai bambini, un’idea di Claudia Di Cresce, che è riuscita a realizzare un suo piccolo sogno.

“La libreria Marcovaldo – ci ha dichiarato Claudia Di Cresce- nasce innanzitutto dalla mia passione per i libri, per la lettura e per la scrittura. Prima di aprire la libreria ho lavorato come autrice nel campo della narrativa per bambini, che è un settore dell’editoria che in pochi conoscono davvero: ci si limita a conoscenze superficiali e legate perlopiù a ciò che va di moda e che viene proposto dalla televisione, e si ignora tutto un mondo di autori e illustratori meravigliosi che, se conosciuti meglio, potrebbero davvero rendere più magica la vita dei bambini e anche quella dei grandi.
La libreria non è solo un luogo dove i libri si vendono: cerchiamo soprattutto di farli conoscere ai bambini (e anche ai loro genitori) con letture animate e momenti di condivisione diversi da quelli di una ludoteca. Per intenderci i bambini non vengono in libreria a giocare, ma a conoscere la bellezza del mondo, a creare delle cose insieme, a riflettere, sognare, fantasticare. Per me tutto questo è molto più importante di un semplice spazio gioco: è uno spazio-fantasia in cui vivere delle avventure e stupirsi della bellezza delle cose.
Questa generazione di bambini forse legge troppo poco ma non per colpa propria: molte volte mi capita di assistere alla scena di bambini anche molto piccoli che mostrano interesse per i libri, e genitori che rispondono “beh, quando ti fai grande veniamo a comprare qualche libro”… oppure “ma come, vuoi un libro? se non sai ancora leggere!”

“I genitori per la maggior parte non comprendono che la lettura non ha niente a che fare con il “saper leggere”- continua la fondatrice- perché esiste un’infinità di testi per la primissima infanzia, destinati appunto a essere letti ad alta voce dai genitori a bambini anche molto piccoli. Se non sono i genitori ad avvicinare i bambini alla lettura, non si può pensare che lo faranno da soli, magicamente, a sei anni, non appena saranno in grado di leggere da soli. Parte della nostra “missione” è proprio questa: mettere in contatto, forse ancora prima dei bambini, i genitori stessi con la dimensione della lettura per i più piccoli.La libreria nasconde anche due sorprese davvero uniche: una piccolissima sala cinematografica e un angolo riservato agli spettacoli teatrali per grandi e bambini. È possibile organizzare anche feste di compleanno speciali: letterarie, teatrali, cinematografiche e creative!”

Claudia

De Angelis - Grafica e stampa

Commenti

I commenti sono disabilitati.