Assistenza computer salerno e provincia

Miracolo di Pasqua al Ruggi: donato il cuore di un 48enne

Donatore morto a causa di un ictus cerebrale massivo

Commozione all’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona dove ieri è avvenuto ciò che i medici hanno definito il miracolo di Pasqua. Verso le 11.15 di ieri mattina, presso l’Aeroporto Costa d’Amalfi è atterrata una equipe medica proveniente da Padova per prelevare il cuore di un 48enne morto a causa di un ictus cerebrale massivo, la cui osservazione di morte era terminata durante la notte.
È quanto rende noto la direzione del nosocomio locale, spiegando che in attesa dei medici sono state prelevate le cornee del 48enne, trasportate a Napoli presso la Banca del Vecchio Pellegrini di Napoli.
L’ok dell’equipe medica di Padova è arrivato verso le 5 del mattino: l’intervento per il prelievo del cuore è iniziato verso le 12.45 e terminato alle ore 16. Dopo circa mezz’ora, i medici erano nuovamente a bordo dell’aereo per recarsi all’Ospedale di Padova dove l’organo è stato reinpiantato in un uomo che aveva rigettato il precedente cuore ed era condizione disperate. Contemporaneamente, il fegato è stato trasportato presso l’ospedale Cardarelli di Napoli.
“Preme sottolineare la generosità della famiglia del deceduto che immediatamente hanno voluto che gli organi del congiunto potessero essere donati e che hanno aspettato, nel giorno di Pasqua, l’arrivo dell’equipe da Padova insieme ai medici della Rianimazione del Plesso Ruggi, certi che quel cuore avrebbe realmente donato la vita a qualcuno, ha dichiarato la direzione dell’azienda sanitario. E considerato che l’uomo a cui è stato destinato era in condizioni critiche per il rigetto di una precedente donazione, si può dire che ieri, per qualcuno, è stata veramente una Pasqua di Resurrezione”.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.