Taste - Sapori mediterranei

Ministro Padoan a Salerno: “Il Paese sta migliorando” – LE FOTO

Si è svolta questa mattina l'assemblea pubblica di Confindustria Salerno "Fiducia ai giovani"

Federica D'Ambro

“I giovani sono il futuro”. “Bisogna creare un Piano Marshall per i giovani, sono il futuro”. “La Campania è cambiata, l’Italia sta cambiando”. Sono state queste le dichiarazioni di oggi a margine dell’assemblea pubblica di Confindustria Salerno al Teatro Augusteo. Hanno preso parte all’assemblea il presidente della Regione Vincenzo De Luca, il presidente nazionale di Confindustria, Vincenzo Boccia, il presidente di Confindustria Salerno, Andrea Prete, il presidente regionale di Confindustria, Ambrogio Prezioso e il Ministro dell’economia Pier Carlo Padoan.

“La Campania è la prima del Sud perché ha fatto da acceleratore alle politiche economiche nazionali. È un bellissimo segnale ed è un messaggio di un paradigma di pensiero che in questo Paese deve cambiare. – ha dichiarato Vincenzo Boccia – Prima decidiamo che cosa vogliamo definire nell’economia reale, poi individuiamo strumenti, quindi risorse e poi interveniamo sui saldi di bilancio. Non interveniamo sui saldi di bilancio prescindendo dagli effetti sull’economia reale; primato alla politica e valutazione della politica in funzione dei provvedimenti e dei risultati che questi realizzano sull’economia reale. Mi sembra, questa, una società post-ideologica con la quale dobbiamo fare tutti i conti, a partire da noi corpo intermedio dello Stato. Occorre rimettere il lavoro al centro delle attenzioni del Paese e dare priorità ad un grande piano di inclusione giovani. Non significa solo ridurre il divario tra giovani e società ma significa far intervenire i nativi digitali nel mondo del lavoro e costruire un progetto di vita per i giovani, in particolare del Mezzogiorno”.

L’italia punta ai giovani, punta ai nuovi lavoro, diminuendo il tasso di disoccupazione e la “fuga dei cervelli”

“Nel 2016 abbiamo registrato un risultato importante, la Campania è ripartita, la Regione impaludata e clientelare non c’è più. – ha dichiarato Vincenzo De Luca – Abbiamo avuto questo risultato anche perché abbiamo destinato risorse importanti all’industria e al settore manifatturiero, credito di imposta, fiscalizzazione oneri sociali al 100%, 13mila euro per ogni nuovo assunto, abbiamo incentivato le start-up, abbiamo avuto in Campania il 40% dei contratti di sviluppo approvati in Italia. Si tratta di uno sforzo gigantesco, adesso dobbiamo proseguire. C’è ancora tanto lavoro da fare. Guardiamo al futuro con fiducia sapendo di avere due grandi criticità ovvero il tasso di emigrazione e disoccupazione giovanile. Dobbiamo continuare nella linea degli investimenti, creando anche un piano del lavoro dedicato al Sud. Posso dire che il 2018 sarà un grande anno di progetti imprenditoriali”.

C’è chi ha parlato di nuovi investimenti con le imprese e le aziende per incrementare il lavoro non solo nel privato ma anche nella pubblica amministrazione, slanciadosi e parlando della possibile creazione di un vero e proprio Piano Marshall per i giovani italiani.

“Dopo tanti anni di crisi l’economia riprende e dobbiamo guardare al futuro. – ha dichiarato nel corso dell’incontro Andrea Prete – I giovani non sono il problema, sono la soluzione del problema. I nostri giovani sono più predisposti e preparati, dobbiamo dargli occasione di mettersi in gioco. Merito e talento sono prioritari, le imprese faranno la loro parte. Inoltre, sappiamo che c’è la proposta di assumere molti giovani nella pubblica amministrazione ed io dico che questo è il momento di farlo. Dobbiamo fare un vero e proprio piano Marshall per i giovani del nostro paese. Sono ragazzi che hanno sofferto in maniera silente la crisi. I figli della crisi sono più maturi di quelli che io ho conosciuto negli anni precedenti, hanno vissuto problemi che li hanno portati a crescere. Dobbiamo porci l’obiettivo dei giovani come soluzione del problema”.

Ha parlato sul palco del Teatro Augusteo anche il Ministro dell’economia, Pier Carlo Padoan.

“La finanza sta migliorando e questo è un fatto. La confusione tra fatti e illazioni sta diventando insopportabile. Si sta chiudendo una legislatura che offrirà a quella che seguirà un quadro oggettivamente migliore in termini di crescita e finanza pubblica. Noi non vogliamo nascondere niente a nessuno, il Paese sta migliorando”.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.