Assistenza computer salerno e provincia

Mimmo Volpe, scatenato sui social, detta la linea tra Comune e Provincia

Fissati i prossimi obiettivi tra Bellizzi e Palazzo Sant'Agostino

Federica D'Ambro

Una dichiarazione d’amore, corredata da richiesta di perdono. Romantica e quasi strappalacrime se solo il mittente non avesse pensato di consegnarla alla sua amata attraverso una bomboletta spray rossa che ha imbrattato la Villa comunale Pratole. Così il primo cittadino di Bellizzi, Mimmo Volpe, ha pensato bene di usare un metodo che i salernitani conoscono bene. Attraverso i social, infatti, con tanto di foto ha denunciato il misfatto. “Questo imbecille senza senso civico, pensa di essere un eroe innamorato. Imbrattare i giardini della città in questo modo è solo uno sfregio alla propria collettività e al bene comune. Come glie lo spieghi a lui/loro e alle loro famiglie. Mi sa che il malcapitato sarà costretto a ripulire” ha scritto il primo cittadino sui social.
Sindaco qualcuno l’ha accomunata a Vincenzo De Luca nei metodi. Che ne pensa?
“Sono un sindaco che tiene alla propria città, non posso farci nulla. Credo che alcuni gesti, senza voler giustificare nessuno,siano dettati dall’ingenuità e dalla mancanza di senso civico. Il problema parte dalle famiglie. Intensificheremo i controlli, adesso abbiamo intenzione di nominare delle vere e proprie sentinelle della città, dei coetanei di questo ragazzo. Saranno loro ad auto controllarsi, li nomineremo attraverso un riconoscimento istituzionale e aiuteranno i vigili”
Come sta andando l’estate bellizese?
“Molto bene. Basta osservare l’affluenza alle nostre manifestazioni sia all’Arena Troisi che nelle varie piazze. Abbiamo avuto ed ancora avremo decine di appuntamenti. Qualcuno dice che la quantità non è qualità ma per fortuna questo non è il nostro caso. Abbiamo attrezzato un programma di grande pregio che andrà avanti fino a settembre a testimonianza del fatto che ancora una volta la cultura e gli spettacoli hanno una loro funzione anche sociale. Coinvolgiamo così anche coloro che non possono permettersi svago a pagamento. Abbiamo pensato che il tempo libero e lo svago non dovessero essere appannaggio di pochi fortunati”
Alcune associazioni sembrerebbero non averla presa bene però. Cosa ne pensa?
“Quelle che ci hanno chiesto di affiancarle sono state agevolate al massimo, percependo anche un contributo. Abbiamo poi optato per una politica interna di riduzione di fondi alle associazioni considerando il fatto che in alcuni casi non sono rappresentative, sono solo sigle fittizie o comunque non perseguono una reale forma aggregativa. Il Comune ha messo su un cartellone che potesse accontentare tutti dai bambini agli anziani ai quali, lo voglio ricordare, dopo anni restituiamo il servizio termale”
Terminate le vacanze, quali sono gli obiettivi dell’amministrazione comunale?
“Tre su tutti: l’abbattimento del Consorzio Agrario e la realizzazione del cimitero comunale e del nuovo teatro. Sono tutti progetti finanziati ed approvati, devono solo essere avviati i cantieri. Abbiamo messo fine a tutti i contenziosi e quindi andiamo spediti su progetti che erano fermi da cinque anni”
Rispetto alla sua attività da consigliere provinciale, da cosa si ricomincia?
“Sull’aspetto urbanistico metteremo immediatamente mano al Ptcp provinciale con l’obiettivo di distribuire equamente le risorse a tutti i Comuni, a prescindere dall’appartenenza politica. Il Ptcp per anni è stato un mercimonio, va riaperto ed in sinergia con la Regione Campania va rimesso ordine in favore dei territori”
E la viabilità?
“Stiamo cercando di sottoscrivere un accordo con la Regione Campania per l’assegnazione di fondi relativi all’accelerazione della spesa che dovrebbero essere concentrati solo sulla viabilità. Ci sono strade che non vedono un metro cubo di asfalto cinque anni, è impensabile”
Altro annoso problema resta quello dei rifiuti, come vi muoverete?
“Proseguiremo nel riordino generale perché si è aperta una nuova era. La legge regionale del centro destra è stata completamente sconfessata, non ultima, dalla sentenza del Consiglio di Stato che ha restituito ai Comuni l’autonomia di gestione. Queste scatole cinesi saranno un lontano ricordo”
C’è chi vocifera di contrasti in maggioranza in Provincia. Cosa c’è di vero?
“Il dibattito politico, anche internamente alla maggioranza, deve sempre essere vivo. L’importante è che ci sia una visione programmatica e di sintesi a servizio delle comunità delle quali siamo responsabili”.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.