Assistenza computer salerno e provincia

Militare salernitano condannato per molestie sessuali

Prestava servizio nella caserma di Salvatore Parolisi ad Ascoli Piceno

Federica D'Ambro

Condannato a nove mesi di reclusione militare Giancarlo Mosca, caporal maggiore capo dell’Esercito di 38 anni, della provincia di Salerno. La condanna è stata applicata al militare per una serie di molestie sessuali e di esercizi di potere, compiuti tra il 2008 e il 2010 nei confronti di alcune soldatesse, all’interno del 235esimo Rav di Ascoli Piceno. La stessa caserma nota per il caso dell’omicidio di Melania Rea, nella quale prestava servizio anche Salvatore Parolisi, condannato per l’omicidio della moglie.

Tra le soldatesse coinvolte nelle molestie, ci sarebbe anche Ludovica Perrone, la giovane soldatessa che, durante le indagini dell’omicidio di Melania Rea, è risultata essere l’amante dello stesso Salvatore Parolisi. Il militare Giancarlo Mosca è stato condannato, in seguito a un lungo percorso di un processo, per reati di “violenza contro inferiore continuata” e “minaccia e ingiuria contro inferiore continuate”. Ha coordinato le indagini Marco De Paolis, procuratore militare di Roma, che si propone di sollevare appello contro la pena inflitta al caporal maggiore capo dell’Esercito Giancarlo Mosca, giudicata non congrua.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.