Taste - Sapori Mediterranei

Migranti a Salerno, il sindaco Napoli: “Il governo faccia valere le sue prerogative”

Per il primo cittadino si tratta di un problema “tra il biblico e l’epocale”

“Un problema tra il biblico e l’epocale”, così il primo cittadino di Salerno, Vincenzo Napoli, definisce i continui sbarchi di migranti che si stanno verificando in Italia, la maggior parte dei quali in arrivo a Salerno.
“Noi abbiamo perfezionato insieme alle politiche sociali, al corpo della Polizia Municipale, alla collaborazione con la Prefettura, la Questura e la Croce Rossa, uno strumento rapido di disbrigo delle procedure nel senso che noi facciamo restare sulla banchina chi sbarca solo per il minimo indispensabile; c’è bisogno di rispetto per queste persone già provate da viaggi insopportabili”, ha dichiarato il sindaco Napoli, nel corso di una conferenza stampa al Comune. “La Croce Rossa è di grande supporto e aiuto. Salerno ancora una volta ha risposto con efficienza a questo ulteriore sbarco il problema dell’immigrazione è un problema tra il biblico e l’epocale, non può essere risolto in questo modo o dalle municipalità. C’è bisogno di un’azione ampia e credo che il governo si stia organizzando, un’azione diplomatica e politica in sede europea. La nostra è un’accoglienza umanitaria piena, ben disposta ma è necessario che a livello nazionale il governo faccia valere le sue prerogative per far in modo che l’Italia non sia quella che si fa carico di un problema biblico epocale”, ha concluso il primo cittadino.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.