Pizzeria Betra Salerno

Mezzaroma: “A Vercelli come se giocassimo la finale di Coppa Campioni”

Il co-patron della Salernitana alla trasmissione di Radio Bussola24 "Gli SporTaccioni" ha suggerito l'approccio da tenere nelle prossime gare

Il co-patron della Salernitana Marco Mezzaroma ha rilasciato questa mattina durante la trasmissione “Gli SporTaccioni” le seguenti dichiarazioni: “Ho detto ai ragazzi ieri adesso siamo in ballo ed è doveroso ballare, naturalmente senza prendere sottogamba gli impegni. Terni ha insegnato come il primo tempo di ieri, bisogna affrontare le gare con il giusto approccio mentale e cattiveria; la squadra che è umile e sicura e vuole raggiungere il risultato con ferocia, i ragazzi hanno la possibilità di alzare l’asticella con la zona playoff vicina e dipende da loro e dalla loro voglia. Concordo con Fabiani ci deve essere anche un pizzico di spensieratezza e allegria e divertimento nel farlo perché non abbiamo più l’assillo della salvezza come lo scorso anno, le gare le dobbiamo affrontare con il giusto approccio perchè ci sono sempre sorprese fino alla fine dobbiamo avere concentrazione: nelle prossime partite si gioca tutto e si parte da Vercelli.
Dobbiamo avere questo ragionamento, noi dobbiamo affrontare la Pro Vercelli come se fosse la Spal o che si giocassimo la finale di Coppa Campioni, massimo rispetto per tutti, ma ci vuole anche consapevolezza dei propri mezzi, di essere una squadra forte quando si esprime con il giusto approccio altrimenti perdiamo contro chiunque”.

Rinnovo di Bollini? “Queste son valutazioni che riprenderemo a fine stagione, mister Bollini sta facendo un ottimo lavoro con i risultati in termini di punti, mi dispiace che ho letto una piccola polemica sulle dichiarazioni sui fischi in tribuna (sostituzione di Odjer ndr) essendo una battuta spero che l’ambiente sia maturo da non creare polemiche inutili dove non ci sono. Le partite durano 90 minuti e i campionati durano tanto e sarebbe saggio fare i bilanci alla fine, detto questo il nostro pubblico è sempre encomiabile; il fischio ci può stare come anche la battuta del mister. Se raggiungiamo un risultato prestigioso è un bene per tutto l’ambiente, squadra società e tifosi. Auspico sempre l’unità di intenti perché solo così si raggiungono i risultati”.

Rinnovo di Fabiani? “Ieri scherzando quando sono arrivato ho chiesto a Fabiani se se ne va a Palermo, potete immaginare la sua risposta che non posso riferire per le specifiche parole”.

Turni di campionato in giornate di festa? “Sono andato via per evitare il traffico che ho preso in pieno per tornare a Roma, l’attaccamento alla salernitana è un tema serio, dovremo fare per il prossimo calendario un ragionamento approfondito, la serie A ha copiato la B sotto le feste natalizie; ma queste feste sono un’altra e alcuni preferiscono stare col bel tempo fuori, dobbiamo tartare meglio il calendario”.

Creazione del centro sportivo? “Fortunatamente ho constatato che la famiglia salernitana è molto seguita dal territorio, mi fa molto piacere avere queste manifestazioni di interesse di varie amministrazioni, sono grato di questo e ci permette di fare valutazioni per trovare quella che può essere la soluzioni migliore, non c’è solo l’area dell’ex Salernello, ci deve essere un intervento di livello ma ce ne son o altro. Ci sono pro e contro di tutte le situazioni”.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.