Taste - Sapori Mediterranei

Merce confiscata al Porto di Salerno, parte l’asta: da carote a un’Alfa Romeo

L'asta si terrà il 5 luglio alle 10 nei locali degli uffici dell'area gestione tributi delle Dogane di Salerno di via Ligea

Federica D'Ambro

Si terrà il 5 luglio alle 10, nei locali degli uffici dell’area gestione tributi delle Dogane di Salerno di via Ligea, l’asta con offerte consegnate in busta della merce abbandonata o confiscata nel porto commerciale della città. Nell’elenco emergono prodotti e materiali di ogni tipo dalle carote in salamoia ad una Alfa Romeo 156. Tutto, ovviamente, divisi in lotti:

I primi 19 lotti sono carote in salamoia. Ogni lotto da 18mila e 480 kg con un prezzo base d’asta di 16mila euro. Mentre per un peso di circa 350 tonnellate di carote in salamoia il prezzo è vicino ai 300mila euro.

Il 20esimo lotto è composto da posate di plastica per un peso di 8mila e 645 kg e un prezzo a base d’asta di 3.800 euro.

Il 21esimo lotto è composto da 350kg di anfore di terracotta per un prezzo a base d’asta di 1000 euro.

Il 22 e 23esimo lotto è composto da 24mila kg di fagioli, per ciascun lotto (ovvero 48mila kg in tutto). L’asta in questo caso sarà assegnata al miglior offerente, non c’è un prezzo base.
Stessa regola anche per il 24esimo lotto che contiene 3.353 kg di accessori da donna.
Il 25esimo lotto è composto da 17mila kg circa di Pelli, senza un prezzo base d’asta.
Il 26esimo lotto è composto da 19.879 kg di ghiaia, sempre al miglior offerente.
Il 27esimo lotto offre quasi 7mila kili di sacchi asettici vuoti, senza un prezzo base d’asta.

Il 28esimo e ultimo lotto contiene una Alfa Romeo 156, senza un prezzo base d’asta, sarà aggiudicato al miglior offerente.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.