Taste - Sapori Mediterranei
No Signal Service

Menichini:”Felice per la salvezza ma a Salerno non va bene nessun allenatore”

Il mister si è mostrato soddisfatto per l'obbiettivo raggiunto ma non si è pronunciato in merito al suo futuro

admin

La Salernitana, in antitesi con quanto fatto vedere durante tutta la stagione, nel momento decisivo caccia denti e artigli e batte in scioltezza il Lanciano nella doppia sfida playout. In seguito alla vittoria di misura maturata in casa grazie al gol di Coda, è intervenuto in conferenza stampa mister Menichini che ha dichiarato:”Abbiamo sempre cercato di giocare in ogni partita al meglio, creando diverse palle gol ed in queste ultime partite siamo riusciti a concretizzare di più. Mai nei playout una squadra aveva segnato quattro gol in una sola partita. La squadra ha capito l’importanza della fase difensiva e ogni giocatore ha dato un contributo permettendo di trovare equilibri migliori sui quali abbiamo costruito la salvezza. Ho accolto la promozione in serie B dell’anno scorso con grande soddisfazione e la cosa a cui tenevo più di tutto era di salvare la squadra, una squadra che non ha mai mollato. Ringrazio tutti i miei collaboratori come Bonatti e Ferrini, ma in generale tutto l’ambiente che ha mantenuto un’atmosfera positiva e adesso, anche se attraverso il purgatorio dei playout, siamo soddisfatti dell’obbiettivo raggiunto. Questa è una piazza passionale e non c’è allenatore che va bene, vanno bene fino al mercato, poi quando si comincia a giocare la passione degenera in una critica continua. Io lo so e l’ho messo in preventivo e mi lascio scivolare tutto addosso lavorando al meglio tatticamente. Non ho nessun problema con l’ambiente, faccio semplicemente il mio lavoro. Ci sarà modo e tempo per poter parlare con la società in merito al mio contratto ma tengo a precisare che non ci sia nessuna clausola. Sono sereno, contento e felice poiché siamo riusciti a lasciare la città in questa categoria e il futuro svelerà le proprie carte. Dedico la salvezza alla mia famiglia che soffre come me. Ringrazio inoltre tutti i miei giocatori che hanno dato tanto e, nonostante le assenze, non dimentico il contributo di tutti che ci ha permesso di raggiungere la salvezza”.

No Signal Service
No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.