Taste - Sapori Mediterranei
No Signal Service

Menichini:”Faccio la guerra con i soldati che ho.Credo nella salvezza”

"Sarebbe stato bello chiudere stasera il discorso salvezza, dopo tutta la sofferenza della stagione, ma adesso dobbiamo guardare ai playout con la testa giusta, cercando di recuperare gli uomini fondamentali"

admin

In seguito al giro sulle montagne russe a cui è stato forzatamente sottoposto l’ambiente granata durante l’ultima giornata di campionato, e che è terminato sul binario dei playout, è intervenuto in conferenza stampa mister Menichini, il quale ha dichiarato:”Arriviamo incerottati ai playout, si è infortunato anche Colombo che si aggiunge alla lista. Dobbiamo cercare di recuperare tutti per poter disputare le gare al meglio. Non considero i playout come un traguardo ma, conscio dei tempi in cui sono arrivato, durante la mia gestione abbiamo fatto 22 punti in 18 partite e non mi pronuncio affermando che siano pochi, i giudizi non sono i miei. Il mio grosso rimpianto è la partita in casa con l’Entella, dove siamo stati raggiunti alla fine. Non ho preferenze per i playout, sono tutti competitivi, non posso dire quale squadra sia migliore fra Livorno e Lanciano. Adesso prendiamo qualche giorno di riposo perché i ragazzi devono scaricare mentalmente prima di lottare per i playout. L’umore dello spogliatoio è stato altalenante, i boati della curva hanno influenzato i nostri animi durante la partita. Sarebbe stato bello chiudere stasera il discorso salvezza, dopo tutta la sofferenza della stagione. Siamo partiti molto forte, ma a causa di alcune leziosità e della bravura del portiere avversario abbiamo sofferto fino alla fine. Ho anche detto ai ragazzi che non si puo’ non chiudere una partita così. Anche Empereur e Moro hanno riportato rispettivamente un problema al ginocchio e alla schiena. Schiavi nelle ultime settimane ha dei problemi sempre nei giorni precedenti alle partite: io non ho problemi con nessuno; cerco giocatori utili alla causa. Quando sono arrivato ho ritenuto che ci fossero dei calciatori più in forma, ma non migliori di Schiavi. Il discorso vale per tutti, anche per Ceccarelli che, se recupera il problema al ginocchio puo’ essere utile alla causa. Sono convinto di poter salvare questa squadra, migliorando i nostri difetti: prima di tutto dobbiamo essere più cinici perché in occasioni come i playout, ogni occasione puo’ essere quella giusta. Faccio la guerra con i soldati che ho. Non mi è mai capitato in una stagione di avere tutti questi infortuni, ma non vedo un motivo alla base, a volte si tratta di semplice fatalità. Quando tutte le domeniche ti giochi la partita della vita è difficile programmare e qui viene a mancare la condizione forse. Niente è facile, nulla va dato per scontato.”

No Signal Service
No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.