No Signal Service

Menichini tiene tutti sulla corda: prove di 4-3-2-1

Luca Viscido

WE3_1242WE1_1756

La Salernitana nonostante il clima surreale di questi giorni e ore si è allenata quotidianamente, come se dovesse giocare settimanalmente. Dopo la sentenza di ieri arrivata dalla Corte d’Appello Federale relativa alla penalizzazione del Palermo con conseguente salvataggio della categoria da parte dei rosanero, l’attenzione è ancor di più volta al campo di gioco, perchè c’è il Venezia da affrontare nel doppio confronto per evitare la terza serie. Nell’allenamento di ieri sono stati provati Minala e Akpa Akpro ai lati dello stacanovista Di Tacchio, con Rosina e Jallow alle spalle di Emanuele Calaiò, il quale è andato anche in goal su un calcio di rigore.

Per quanto riguarda la linea difensiva, il tecnico di Ponsacco vive l’ennesima emergenza. Casasola in permesso per la perdita del padre, mentre Pucino è fuori per infortunio. Gli unici arruolabili sono Migliorini, Gigliotti e Mantovani che con i loro rispettivi acciacchi devono essere gestiti dal trainer di Ponsacco. A sinistra, invece, presenti sia Lopez che Memolla (non convocato dall’Albania).

Intanto la Salernitana spera di trattenere Lamin Jallow, ritardando la sua convocazione in nazionale. Assenti anche Schiavi, Di Gennaro, Perticone e Djavan Anderson. Importante il lavoro di Menichini in questo lasso di tempo, più che a livello tattico, assolutamente mentale, tenere tutti sulla corda dopo così tanti giorni di distanza dall’ultimo match in campionato in quel di Pescara, il mister toscano sta provando a dare più sicurezza ad un gruppo che nel girone di ritorno ha collezionato una media punti da retrocessione diretta. Un’ultima occasione, forse, decisiva per salvare una stagione disastrosa a livello sportivo, proprio a pochi giorni dal centenario del club granata.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.