Pizzeria Betra Salerno

Menichini: “Pratica ipotecata ma non ancora in archivio”

Il tecnico granata può finalmente tirare un sospiro di sollievo

Virtus Lanciano irriconoscibile. Salernitana attenta, cinica e brava come non mai a portare dalla sua parte le gravi disattenzioni abruzzesi. Al termine di un confronto che, al di là del risultato finale, l’ha tenuto sulle spine fino alla segnalazione del recupero, mister Leonardo Menichini può finalmente tirare un sospiro di sollievo: “E’ andata come tutti ci auspicavamo ma non è finita. Ora è necessario tenere alta la concentrazione e presentarsi tirati a lucido all’appuntamento di mercoledì davanti al nostro pubblico – spiega lo storico vice di Carletto Mazzone – La squadra ha risposto alle sollecitazioni che io e il mio staff abbiamo dato loro in questi quindici giorni ma lo dovrà fare ancora prima di dire è ufficialmente finita”. Rientrato qualche istante più tardi in panchina dopo l’intervallo a causa di un lieve capogiro, Menichini si è ripreso alla grande: “Abbiamo sfruttato a dovere le caratteristiche dei nostri giocatori, da Nalini a Zito sugli esterni a Coda e Donnarumma in avanti. Fa piacere aver regalato questa soddisfazione ai tanti sostenitori che ci hanno seguito ma è mio dovere tenere tutti sulla corda e non compromettere quanto di buono fatto specialmente questa sera”. Chiusura dedicata al mancato rientro di Bus: “Purtroppo non ha fatto ritorno in tempo dalla Romania, sarà disponibile per la gara di ritorno”.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.