Pizzeria Betra Salerno

Menichini: “Da qui alla fine del campionato saranno tutte finali”

Il tecnico granata non scioglie le riserve sulla formazione: "Farò le scelte anche in base alla forma. Catanzaro squadra temibile"

admin

Sarà una Salernitana incerottata ma non meno agguerrita quella che affronterà domani il Catanzaro nel lunch match. Ne è consapevole il tecnico Menichini che sarà costratto a scelte obbligate per quanto riguarda l’undici inizialle da opprre agli uomini di Sanderra.La sconfitta contro il Matera non deve lasciare strascichi anche perchè i granata dovranno approfittare del mezzo passo falso del Benevento che ha pareggiato contro la Casertana: “Una sconfitta in casa al 94’ si supera soltanto con il lavoro e l’entusiasmo. Alla ripresa ho ritrovato una squadra vogliosa di dimenticare subito questa sconfitta e con la determinazione giusta per riprendere a fare punti. Il morale del gruppo è positivo, sappiamo che queste otto partite sono tutte finali che vogliamo affrontare cercando di ottenere il massimo”. Un rush finale da giocare al massimo delle potrenzialità senza pensare alla classifica: “Da qui alla fine dobbiamo preparare ogni partita al meglio e giocarla al massimo delle nostre possibilità, cercando di fare più attenzione durante le fasi di gioco e sfruttando tutte le occasioni che ci si presentano. Inutile fare ragionamenti sul calendario: nessuno avrebbe pronosticato il pareggio del Benevento ad Aversa o la nostra sconfitta con il Matera. Sono abituato a ragionare di partita in partita e sappiamo che vincendo domani torneremmo avanti prendendo un vantaggio di due punti. Siamo soltanto noi i padroni del nostro destino”.
Ovviamente Menichini non si fida del Catanzaro, squadra tignosa e capace di mettere in difficoltà qualsiasi avversario: “Il Catanzaro è una squadra uscita molto rafforzata dal mercato di gennaio e formata da ottime individualità, Russotto su tutti. Conosco molto bene la piazza avendo giocato lì per tre stagioni e mi aspetto un ambiente carico con un pubblico caloroso che darà una spinta importante ai suoi giocatori. Non sarà una partita semplice e dovremo essere bravi a superare le difficoltà con il nostro gioco e il nostro spirito di sacrificio”. Un passaggio sulla formazione iniziale: “Ho ancora qualche dubbio sull’undici che scenderà in campo ma, come successo anche nelle scorse partite, c’è chi ha speso molto e potrebbe partire dalla panchina. I timori maggiori in una sfida come questa sono legati agli episodi che possono cambiare in qualsiasi momento la gara in un senso o nell’altro. Dobbiamo essere attenti a tutti particolati e alle situazioni che possono crearsi durante la gara. Sappiamo che che ogni giornata che passa è un’occasione in meno ma dobbiamo continuare a ragionare di partita in partita cercando di ottenere sempre il meglio”.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.