Taste - Sapori mediterranei

Media Education Campus, alta tecnologia e beni culturali per l’ultima giornata

_ANK1201

Prima Paestum in realtà virtuale, a cura di DATABENC, poi la visita guidata all’Area Archeologica dell’antica Poseidonia. Domani (sabato 19 ottobre) per la terza ed ultima data del Media Education Campus è stata organizzata una giornata laboratorio che consentirà agli studenti di sperimentare l’alta tecnologia applicata ai beni culturali. Dalle 9 alle 12, gli studenti ed i docenti iscritti a questa edizione del MEC si ritroveranno a Palazzo Innovazione, nel cuore del centro storico di Salerno, per il workshop pensato ed organizzato dal Distretto ad Alta TecnologiA per i BENi Culturali. Dalle 14 alle 18 i ragazzi saranno coinvolti in un “Hetor- Safari fotografico” durante il quale saranno raccolte le fotografie della visita al parco, utilizzando un’apposita app mobile. L’obiettivo del progetto Hetor è di svelare l’essenza del patrimonio culturale della Campania attraverso la forza degli open data.

La giornata di domani sarà anche un’occasione per mettere in pratica quanto appreso e sperimentato durante le class di cinema con Boris Sollazzo (Radio24, Ciak, Rolling Stone), social media con Alex Giordano (Ninjamarketing, IADAS), Tecnologia ed Innovazione con Dario Guadagno (Wonderlab srl, Innovatics srl), Tv con Antonio Sellitto (Endemol, DettoFatto Rai2), fotografia con Alessandra Mauro e Valentina Notarberardino (Casa Editrice Contrasto), e Media Literarcy con Pier Cesare Rivoltella e Michele Marangi (CREMIT, Università Cattolica di Milano). A completare il percorso formativo sono stati gli incontri nell’ambito dei question time con Giacomo Pirozzi (Fotografo UNICEF); la psicologa e mediatrice familiare Loredana Lignola; François Dumont (Medici Senza Frontiere); Norberto González Gaitano, professore ordinario di Opinione Pubblica Facoltà di Comunicazione Sociale Istituzionale – Pontificia Università della Santa Croce – Familyandmedia; Alfonso Amendola e Pietro Cavallo, rispettivamente docente in Sociologia dei Processi Culturali e professore ordinario presso il Dipartimento di Scienze Politiche e della Comunicazione all’Università degli Studi di Salerno); Dario Ianneci (CIDI); Michele Buonomo (Segreteria Nazionale Legambiente); Giuseppe Palmentieri (direttore Comix Ars) e Anna Bisogno (docente di Storia e Linguaggi della Radio e della Televisione – Università Roma3).

Ospite d’eccezione di questa edizione del MEC, Daniele Pugliese, tra i fondatori di Casa Surace nonché autore e attore. 3milioni di fan sul web, più di mezzo miliardo di visualizzazioni su Facebook e YouTube sono i numeri che tracciano il successo di Casa Surace che per i suoi video trae ispirazione dal mondo del cinema e del teatro ma anche e soprattutto dai nuovi linguaggi della rete in perenne mutazione, mantenendo però la giusta dose di spontaneità e puro divertimento.

Il progetto Media Education Campus, prodotto dall’Associazione SalernoInFestival e promosso da Miur e MIBAC, nasce da un’idea del presidente Giuseppe D’Antonio e del direttore artistico Luigi Marmo con lo scopo di facilitare il processo di digitalizzazione nell’ambito dell’educazione attraverso la Media Education. A supportare il progetto, Greentime e Pelikan. A Salerno sarà organizzato un campus didattico per la valutazione, la comprensione e la diffusione del criterio corretto per vivere il mondo dei media

_ANK1355

IMG_9624

IMG_6658

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.