Taste - Sapori Mediterranei

Mastrolindo bis, nuove perquisizioni ed esibizioni documentali

Carabinieri di Nocera e Ris di Roma insieme per nuovi accertamenti alla direzione generale dell'inps e in molte direzioni regionali

Federica D'Ambro

Continua la maxi inchiesta denominata “Mastrolindo” presso la Direzione Generale dell’Inps. Inchiesta che finora ha portato all’esecuzione di 44 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di imprenditori e professionisti e al sequestro di beni per un valore complessivo di oltre 137 milioni di euro.
Questa mattina, a Roma e in tutti i capoluoghi di regione, i Carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore, supportati da quelli dei reparti territorialmente competenti e del RIS di Roma, stanno eseguendo un decreto di perquisizione locale presso la Direzione Generale dell’Inps e notificando un ordine di esibizione di documenti presso le Direzioni Regionali dello stesso Istituto, al fine di acquisire riscontri di natura informatica e documentale.
Sembrerebbe che l’attività investigativa abbia consentito di accertare diverse incongruenze all’interno del sistema di verifica (Internal Auditing), come inserimento di dati fittizi nel database, relativi alle ispezioni effettuate e al numero di rapporti di lavoro annuali, e l’indebita erogazione di compensi, a titolo di incentivo, a dirigenti e funzionari dell’Inps. L’ammontare di quest’anno è in corso di definizione. Per quanto riguarda il biennio 2012/2013 l’ammontare è stimato di circa 361 milioni di euro.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.